Curling - La Svizzera non soddisfa le aspettative

Cerca nel blog

venerdì 21 febbraio 2014

Curling - La Svizzera non soddisfa le aspettative


Per le due nazionali svizzere, i Giochi olimpici di Sochi 2014 si sono conclusi nel peggiore dei modi. Acciuffata in extremis la qualificazione alle semifinali, il team di Mirjam Ott (foto Keystone) ha perso sia la semifinale contro la Svezia, sia la "finalina" per la medaglia di bronzo contro la Gran Bretagna ed ha dovuto accontentarsi di un Diploma olimpico. Le aspettative, per una nazione come la Svizzera (considerata a giusto titolo tra le "grandi" del Curling mondiale), sono purtroppo state deluse in quanto è sin dall'introduzione del curling quale disciplina olimpica (Nagano 1998) che almeno una compagine olimpica riportava una medaglia ad ognuna delle olimpiadi fin qui giocate.

La vittoria finale è andata, sia in campo femminile che in quello maschile, alle fortissime squadre canadesi degli skip Brad Jacobs e Jennifer Jones. Alle loro spalle la Gran Bretagna (skip David Murdoch) e la Svezia (in campo femminile, skip Margaretha Sigfridsson), bronzo è andato rispettivamente alla Svezia di Niklas Edin ed alla Gran Bretagna di Eve Muirhead.

Sebbene giungesse da un recentissimo titolo continentale, la squadra maschile guidata da Sven Michel non ha probabilmente retto alla pressione e ha dovuto seppellire piuttosto prematuramente le ambizioni di una medaglia ai Giochi di Sochi; al termine, complici le sconfitte contro le squadre meno blasonate, ne è risultato un mediocre ottavo rango.

Diverso è il discorso per la più esperta Mirjam Ott, che a più riprese ha dimostrato di saper fare grandissime cose, ma anche terribili errori costati dapprima la vittoria nella semifinale e, successivamente, anche la medaglia il bronzo.

Il prossimo impegno di rilevanza internazionale saranno i mondiali che si giocheranno tra la fine di marzo e l'inizio di aprile a St. John (Canada) per quanto riguarda il torneo femminile, ed a Pechino in Cina per il torneo maschile.

> Sito ufficiale

0 commenti :

Posta un commento

Rimani aggiornato tramite e-mail