Curling - grande interesse a Lugano per la serata delle porte aperte

Cerca nel blog

martedì 25 febbraio 2014

Curling - grande interesse a Lugano per la serata delle porte aperte



Ha suscitato un grande interesse la serata "porte aperte" che il Curling Club Lugano ha organizzato domenica 23 febbraio alla Resega di Lugano, in collaborazione con il Dicastero Sport della città che - per l'occasione - ha gentilmente messo a disposizione la pista. Oltre sessanta persone, provenienti da tutto il cantone ed in parte anche dall'estero, hanno avuto l'occasione di toccare con mano questa disciplina olimpica, tra le più seguite negli ultimi giorni grazie alle immagini che ci sono giunte dai Giochi Olimpici di Sochi.

Per il responsabile formazione del Curling Club Lugano, Fabrizio Albonico, il caso è chiaro: "Anche alle nostre latitudini c'è molto interesse attorno a questa disciplina. Sarà perché sembra facile, o più facile, di altri sport invernali. Sarà perché ricorda una non sempre piacevole attività casalinga. Fatto sta che la nostra società riceve ogni anno più adesioni e presto raggiungeremo i nostri limiti di capacità.".
Il Curling Club Lugano dispone infatti di due ore e mezza di allenamento settimanali confinate ai margini della disponibilità del ghiaccio, solitamente al venerdì oppure alla domenica sera, in funzione degli impegni delle squadre di hockey e del pattinaggio artistico. Sempre Albonico: "Siamo ovviamente contenti di averli, ci mancherebbe!, ma sono orari con i quali non è possibile avvicinare un giovane al Curling: gli allenamenti finiscono spesso oltre le 23:00... Con 4 rinks (piste, NdR) possiamo inoltre accogliere al massimo 32 persone alla volta, visto che ogni squadra è composta da 4 persone. Durante alcuni allenamenti di questa stagione abbiamo raggiunto questo limite; se l'interesse mostrato dai partecipanti alla serata delle porte aperte dovesse concretizzarsi in un'adesione al club, potremmo presto avere dei problemi di spazio."


La Federazione Curling Ticino è l'organo che raduna le società del nostro cantone attive nel Curling e da tempo si è posta l'obiettivo di concretizzare il sogno di un proprio palazzetto, ovvero una struttura interamente dedicata al Curling che permetta agli atleti di casa nostra di potersi allenare in condizioni perlomeno paragonabili a quelle disponibili ai nostri colleghi d'oltr'alpe, dove le strutture non mancano (una trentina di palazzetti, per oltre ottomila curler iscritti alla federazione nazionale). Albonico: "Finora si è sempre ritenuto che il Curling fosse uno sport di nicchia in Ticino; ciò è vero per quanto riguarda i praticanti attuali, ma è anche - e, ritengo, soprattutto - dovuto agli orari ed al poco ghiaccio a disposizione, che impediscono l'espansione dell'attività, anche per quanto riguarda i corsi per i giovani. L'interesse per la serata delle porte aperte è per noi un chiaro segnale che, speriamo, ci possa aiutare nella ricerca di uno spazio tutto nostro, dove poter accogliere chiunque sia interessato a questa affascinante disciplina."

In Ticino, il Curling si può giocare sulle piste artificiali di Ascona, Chiasso, Faido e Lugano durante la stagione invernale che va solitamente da ottobre a marzo (a Lugano da settembre ad aprile). Non mancano anche i tornei, sia amichevoli che i veri e propri campionati svizzeri, a cui i team Ticinesi regolarmente prendono parte. Maggiori informazioni sul movimento curlistico ticinese alla pagina www.curling-ticino.ch .

> Fotografie della serata Poste Aperte del CC Lugano
> Sito web del Curling Club Lugano



0 commenti :

Posta un commento

Rimani aggiornato tramite e-mail