Un buon Servette batte il Lugano a Cornaredo

Cerca nel blog

martedì 1 ottobre 2013

Un buon Servette batte il Lugano a Cornaredo




www.fclugano.com

La miglior squadra sinora vista a Cornaredo, il Servette, ha vinto meritatamente la partita valida per il decimo turno di campionato. Alla vigilia l'allenatore ginevrino Jean Michel Aebi aveva confessato che il club e l'ambiente hanno un unico obiettivo: risalire immediatamente in LNA. Di qui una serie di acquisti (ultimi dei quali Marazzi e Roux) da aggiungere a un organico di prim'ordine. Contro il Lugano i ginevrini hanno mostrato una buon impianto, concretezza in ogni reparto e grande fisicità. Realizzando una rete per tempo. I bianconeri hanno avuto discreti momenti nel primo quarto d'ora e in parte della ripresa. Ma sono stati imprecisi a metà campo e anche sotto porta sono mancati di incisività, nonostante alcune buone conclusioni. Da notare sull'1-0 un palo colpito dopo che Müller aveva deviato una conclusione ravvicinata di Sadiku. Si era all'84'. Probabilmente sul piano fisico (tre partite in sette giorni, mentre il Servette ha riposato un giorno in più) Rey e compagni hanno pagato dazio. Senza dimenticare che Maffi e Bottani non erano al cento per cento, essendo reduci da infortuni.

Il primo tempo, rete del vantaggio servettiano a parte, era risultato abbastanza equilibrato. La squadra di Aebi pratica un pressing deciso e cerca il possesso palla. A tratti il Lugano é stato costretto nella propria metà campo. Da alcune ripartenze sono state situazioni interessanti con tiri di Rafael alto al 9' e di Sabbatini, deviato in angolo da Müller al 13'. Ma i granata non sono certo rimasti a guardare. Al 27' su azione d'angolo Routis ha centrato la traversa. E' stato -ed era la mezzora- il miglior momento degli ospiti. Una punizione di Crettenand é stata deviata in angolo da Russo. Al 37' una bella discesa sulla sinistra di Bua ha dato origine a un cross insidioso solo sfiorato dal portiere bianconero. La palla é giunta al cecchino Trèand che ha insaccato. Sul fronte dei locali alla fine del primo tempo solo una conclusione di Rafael bloccata in due tempi da Müller, prima che Rey potesse intervenire.

Da notare il gemellaggio tra le curve di Lugano e Servette che hanno assistito assieme al secondo tempo, incitando a turno le due squadre.

LUGANO: Russo, Maffi, Urbano, Basic, Tosetti, Aegerter (62' Forzano), Rey (75' Garcia), Sabbatini, Shalaj (57' Bottani), Rafael, Sadiku.

SERVETTE: Müller, Sauthier, Routis, Dams, Markovic, Doumbia, Pache, Crettenand, Treand, Bua (59' Marazzi), Placca Fessou (69' Tadic).

Arbitro: Alain Bieri. Ass. Marco Zürcher e Julien Mora. Quarto arbitro: Sladan Josipovic.

Spettatori: 1291

Reti: 37' Trèand (0-1), 87' Tréand (0-2).

Ammoniti: Sadiku, Shalaj, Sabbatini, Rafael, Doumbia.

0 commenti :

Posta un commento

Rimani aggiornato tramite e-mail