ACB: Giulini getta definitivamente la spugna

Cerca nel blog

lunedì 16 settembre 2013

ACB: Giulini getta definitivamente la spugna



Si chiude qui.
L'Associazione Calcio Bellinzona, come siamo stati abituati a conoscerla in oltre 100 anni di storia, non esisterà più.
Gabriele Giulini, dopo l'ennesimo incontro infruttuoso avuto questa mattina con "potenziali" investitori ha deciso di arrendersi di fronte ad una situazione divenuta ormai insostenibile.
A questo punto, ovviamente, si apriranno vari scenari su chi, come e quando si spartirà i resti del glorioso passato granata.
Prima però che tutti indossino le vesti del giudice accusatore occorre distinguere due situazioni.

Quella che vede coinvolto Gabriele Giulini come imprenditore e l'altra che deve invece includere il lato umano e la persona, non più personaggio, ma semplice essere vivente.
Non ci sono dubbi che la gestione societaria dell'ACB sia da giudicare disastrosa. I fatti parlano chiaro.
La persona però, umanamente parlando, è un'altra cosa.
Bisogna dare atto a Gabriele Giulini di aver inserito nello stereotipato mondo calcistico aspetti innovativi, come quello culturale e sociale.
I fatti attuali però imporranno che il suo ricordo sarà sempre legato al fallimento del Bellinzona.
Ed è giusto che sia così.
Quando però tutto sarà finito e i cori di insulto e protesta si saranno placati, ricordiamoci che comunque Gabriele Giulini è, era e rimane una persona che dovrà affrontare, da oggi in poi, prove difficili da superare.
Dove saranno ora, tutti coloro che negli ultimi 5 anni hanno beneficiato in qualche modo del personaggio Giulini?
Si ricorderanno in questi istanti della persona?

0 commenti :

Posta un commento

Rimani aggiornato tramite e-mail