La squadra Nazionale Femminile di indiaca conquista il titolo di Campione del Mondo

Cerca nel blog

venerdì 2 agosto 2013

La squadra Nazionale Femminile di indiaca conquista il titolo di Campione del Mondo




Dal 23 al 27 luglio si sono svolti a Bietigheim-Bissingen (Germania) i quarti Campionati Mondiali di Indiaca.
Le Nazioni presenti a questo Campionato erano 7: Germania, Belgio, Estonia, Giappone, Lussemburgo, Polonia e Svizzera.
La nostra Nazione era rappresentata da 6 squadre (tutte le categorie). La suddivisione di esse era la seguente:
·         Femminile Open
·         Femminile 40 +
·         Maschile Open
·         Maschile 40+
·         Misto Open
·         Misto 40+



Le squadre Svizzere erano ben rappresentate da giocatori/giocatrici ed allenatori/allenatrici ticinesi. In totale la partecipazione indigena è stata di 27 persone.
Martedì è il giorno dedicato agli allenamenti. Ogni nazione ha a disposizione un paio d’ore per testare il terreno di gioco dove nei giorni successivi si giocheranno le partite. I campi di gioco sono stati allestiti nella nuovissima pista del ghiaccio EgeTrans Arena. Il clima di questo primo giorno è piuttosto fresco, visto che sotto lo strato di parquet c’è già il ghiaccio.
Mercoledì è il primo giorno di qualifiche, che vede in campo le categorie Maschile e Femminile Open ed il Misto 40+. Le tre squadre Svizzere impegnate in queste categorie si qualificano per le semi-finali di venerdì.
Giovedì è la volta delle categorie Misto Open, Maschile e Femminile 40+. Anche queste tre squadre si qualificano per le semi-finali.
Venerdì è il giorno delle semifinali e delle finali 3°-4° posto. L’unica squadra che riesce a qualificarsi per la finale è quella Femminile Open.
Le squadre Misto 40+, Femminile 40+ chiudono conquistando la medaglia di bronzo.

Sabato è il grande giorno delle finali. La squadra Femminile inizierà la partita alle 13:30. Già dalla mattina presto, giocatrici ed allenatori sentono un po’ di tensione. Questa squadra è composta da ben 7 giocatrici ticinesi che sono: Valentina Alder, Veronica Caggìa, Michelle Lombardi, Anael Plebani, Rossana Plebani, Deborah Pongelli, Simona Ravelli. L’allenatore e la co-allenatrice sono anche loro ticinesi e sono Nicola Tolotti e Beatrice Cavadini.
Quindi eccoci alle 13:30. Si inizia con l’inno Nazionale Svizzero seguito da quello Tedesco. Presentate una ad una le giocatrici e gli allenatori, è il momento di fare sul serio. La nostra squadra non parte molto bene, ed il primo time-out viene chiesto sul 1-6! L’importante, come sempre, è il “non mollare mai”. Scaricata un po’ la tensione, riescono ad agganciare le Tedesche e si gioca punto a punto per quasi tutto il resto del set. Hanno a disposizione un Set-point che purtroppo non viene realizzato visto che viene fischiata un’invasione a rete. Alla fine bisogna capitolare 24-26. Si cambiano i campi e questo secondo set viene iniziato meglio rispetto al primo e si riesce ad avere qualche punto di vantaggio sulle avversarie. Vengono poi raggiunte a metà set prima di avere ancora un piccolo allungo che si portano fino alla fine del set, con il risultato di 25-23 se lo aggiudicano. Si deve quindi giocare il terzo e decisivo set. Fatto il sorteggio, partono molto forte e si trovano in poco tempo in vantaggio di 4 punti. Si sa benissimo che loro non molleranno tanto facilmente, e quindi la concentrazione deve essere mantenuta fino alla fine. Verso la metà del set vengono raggiunte nel punteggio ed si va al cambio campo con 1 solo punto di vantaggio. Si gioca praticamente punto a punto per alcuni scambi. Trovano finalmente un break e poi un altro. Allunghano nel punteggio fino ad arrivare al match point. I nostri supporters si fanno sentire maggiormente ed intonano quello che potrebbe essere l’ultimo punto. Servizio nostro e quindi attacco delle avversarie. La tensione la sentono anche loro e sbagliando il punto, noi siamo CAMPIONI DEL MONDO! Risultato del terzo e decisivo set 25-19. Esplosione di gioia in campo ed esultanza sugli spalti. Grandi emozioni concentrate nell’abbraccio in mezzo al campo.


Impressioni di Rossana Plebani (la più giovane giocatrice della nostra Nazionale)

Felicità, soddisfazione!!
Poche parole, solo tanta grinta e impegno per puntare sempre ai vertici.
Un campionato mondiale da brividi!
Diciottenne e con un titolo così importante. Non si può desiderare di meglio. 5 nazioni con un livello di gioco equiparabile. L’emozione più grande è stata quella di creare una squadra, un vero e unico gruppo con un solo obiettivo. Le tribune che esaltavano, centinaia di persone che tifavano per te o contro di te. Una situazione che non mi era mai capitata di vivere, ma sicuramente eccezionale. Nessuno è stato in grado di ostacolare la nostra unione e tenacia. Ho vissuto momenti indimenticabili, contrassegnati da emozioni di diverso tipo: in campo, in partita, con le avversarie e soprattutto con la mia squadra. Durante le partite c’era un forte spirito di competizione ma, esternamente molti sportivi simpatici e socievoli. Erano scattate da poco le 13.30, il mio cuore batteva forte. Piccola, nel centro di una pista da hockey, durante la presentazione delle squadre, ho sentito nominare il mio nome e intonare l’inno nazionale: Che emozione! Le gambe tremano, la tensione sale. C’è la convinzione di saper dare il massimo di sé stessi e nello stesso momento la paura di sbagliare. Dentro di me mi ripetevo: “noi ce la facciamo”. Non bisogna mai mollare. Non è possibile misurare l’emozione e la felicità dell’istante in cui l’ultima piuma abbia toccato terra. Così abbiamo conquistato il titolo di Campioni del Mondo!

Impressioni di Simona Ravelli

Premetto che mi risulta difficile trasmettere a parole le mille emozioni provate in questa tanto attesa settimana.
Non so dire di preciso il perché, ma questa volta qualcosa mi diceva che potevamo far bene.
Personalmente sono una persona testarda e tenace e quest'anno volevo conquistare con tutte le mie forze l'oro mondiale. Tanta preparazione, passione per questo sport, grinta, sostegno tra compagne, gruppo positivo e un'atmosfera eccezionale sono stati gli elementi fondamentali per realizzare un sogno. Sapevamo che in finale le germaniche non ci avrebbero fatto regali e noi non avevamo nulla da perdere, dovevamo solo giocare come sappiamo fare, con Unione Forza e Passione!!
E così è stato; punto dopo punto, senza mai mollare, ci siamo conquistate il gradino più alto del podio!! Un'avventura davvero magnifica che per lungo tempo porterò nella mente e nel cuore.

Impressioni di Michelle Lombardi

È il terzo campionato mondiale a cui partecipo e posso dire che siamo come una grande famiglia, malgrado la normale e sana rivalità (ma anche stima) che aleggia sui campi. Lo sport dell’indiaca purtroppo non è ancora abbastanza conosciuto ed è svalutato, malgrado ciò questa competizione è naturalmente molto sentita dagli stessi giocatori che puntano con grande impegno (sull'arco di 4 anni) allo scalino più alto del podio. Per questa quarta edizione del campionato mondiale la nostra squadra femminile open ha raggiunto questo obiettivo e tornare a casa con la medaglia d’oro e un’imponente coppa valorizza ancor di più questa bella esperienza.

Foto, classifiche ed altro sul sito www.indiaca-wm2013.de.


0 commenti :

Posta un commento

Rimani aggiornato tramite e-mail