Assemblea annuale di Ticino Basket

Cerca nel blog

sabato 22 giugno 2013

Assemblea annuale di Ticino Basket



Giovedì sera nell’aula Magna di Massagno si è tenuta l’annuale assemblea di Ticinobasket. L’incontro ha visto il suo inizio con la nomina del presidente del giorno, per l’occasione è stato scelto Luigi Bruschetti, presidente della società ospitante. 

La stagione delle ticinesi
Il primo a prendere parola è stato, come di consueto, il presidente di Ticinobasket Claudio Franscella, che ha esposto al pubblico un resoconto della stagione 2012-2013, lanciando già uno sguardo al prossimo futuro: «È stato un anno particolare per quanto riguarda le nostre squadre di serie A. Bene la Sam Massagno che arrivando sino alla finale di Coppa Svizzera ha dato grandi soddisfazioni al Ticino dimostrando che se una società è ben gestita, anche con mezzi finanziari ridotti, può raggiungere risultati notevoli. Da sottolineare sono anche i risultati notevoli raggiunti a livello nazionale con U14 e U19. Abbastanza bene il Lugano Tigers, che ha raggiunto le finali di campionato ma che non ha poi saputo graffiare come gli anni precedenti; male invece per la Sav Vacallo che, dopo le note vicissitudini finanziarie, ha dovuto addirittura cancellare la sua prima squadra. Un gran brutto colpo per tutto il movimento cestistico cantonale».

Il presidente ha poi stilato un bilancio al femminile: «A mitigare questa delusione vi sono state però anche le tre squadre femminili di serie A – Riva Basket, Muraltese e Bellinzona – che hanno saputo ritagliarsi uno spazio importante e di rilievo nel massimo campionato. Bellinzona durante l’anno ha valorizzato al massimo le sue giovanissime giocatrici. Riva e Muraltese hanno invece siglato quello che è un accordo storico: credo sia la prima volta (in tutti gli ambiti, non solo quello sportivo) che il Sopraceneri sa unirsi al Sottoceneri per ottenere un obiettivo comune. I due club hanno infatti sorpreso tutti con l’istituzione di una partnership che sarà guidata da un mostro sacro del basket femminile italiano ed europeo Aldo Corno».

A proposito di partenariati, il presidente si è pure detto soddisfatto della nuova collaborazione nel Mendrisiotto tra Stabio Basket e Momò Basket, la prima società si occuperà di Minibasket e la seconda del settore giovanile. L’assemblea ha inoltre approvato all’unanimità l’affiliazione a Ticinobasket della neonata società di Stabio.

L’attività di Ticinobasket
Il discorso è proseguito poi sull’attività di Ticinobasket: «Anche nel prossimo futuro continueremo a investire tutte le sue energie nel potenziamento dei Centri di formazione, da segnalare l’arrivo di Ivano Dell’Acqua tra i formatori. Grande novità è la concretizzazione di quello che è un vero e proprio sogno: il Team Ticino U16. Infatti sotto la spinta di Swissbasket e con la collaborazione di tutti i club ticinesi abbiamo definito recentemente, in una lunga serata, la giusta strategia per dare la possibilità a questa squadra faro –composta dai migliori giocatori ticinesi di questa fascia d’età– di partecipare al primo campionato nazionale. A questo proposito devo ringraziare tutti i club, in particolare Lugano e Massagno, per aver dato la spinta giusta al momento giusto. Anche questo accordo tra tutte le società ticinesi dimostra una volontà di cambiamento e di crescita all’interno del nostro movimento cantonale» ha continuato Franscella. «La squadra sarà composta dai migliori giocatori di categoria e verrà gestita direttamente (e per la prima volta) dalla nostra Federazione in collaborazione con tutti i club del Cantone. La struttura tecnica è professionale, così come da regolamento Swissbasket: l’allenatore qualificato sarà Lucio Bracelli e sarà coadiuvato da un vice, da un preparatore atletico e da un fisioterapista. I selezionati, che in parte abbiamo già incontrato, saranno a disposizione esclusiva di questa squadra per uno o due anni, in modo da essere pronti e preparati per fare l’eventuale salto di categoria in Lega Nazionale al loro rientro nei club di appartenenza. È un progetto pilota per il basket giovanile che mancava e che mi auguro potrà fare da apripista per altre selezioni (la U19 maschile o la U 16 femminile). La squadra avrà anche il compito di pubblicizzare il basket giovanile in Ticino, per questo disputerà le partite casalinghe prima dei vari incontri di LNA e magari anche durante alcune manifestazioni organizzate nelle altre società. Il costo per una squadra organizzata per un campionato svizzero, seppur giovanile, è alto. Abbiamo però già avuto il sostegno da parte di alcuni sponsor, tra cui la Domusdea Immobiliare di Renza De Dea, che crede fortemente nel basket giovanile e nel progetto U16 e l’ha dimostrato investendo una cifra importante. Al momento stiamo trattando anche con la Banca dello Stato e le AIL che ringrazio».Tra gli altri eventi organizzati con successo da Ticinobasket durante la stagione, da segnalare: la partecipazione a Sportissima, il torneo internazionale U14 in merito ai festeggiamenti del 70esimo e in onore a Dario Koludrovic, la rivista speciale per i 70 anni delle nostre selezioni, l’intervento tecnico continuo fatto dai nostri rappresentanti alla scuola professionale per sportivi di élite di Tenero e infine la partecipazione attiva alle giornate scolastiche. Ticinobasket ha inoltre chiesto ufficialmente agli organi federali di portare in futuro in Ticino una delle due finali che contano (Coppa della Lega o Finale di Coppa Svizzera).

Il presidente ha terminato il discorso ringraziando i colleghi del comitato direttivo, in particolare ha dato omaggio al lavoro degli uscenti Massimo Aiolfi (responsabile tecnico), Luca Fraschina (il responsabile delle finanze) e Valentina De Bianchi (responsabile della comunicazione). Al loro posto subentrano negli stessi ruoli Franco Facchinetti, Milan Mladjan (già all’opera da alcuni mesi) e Daria Voumard. Il comitato si completa con Cristiana Pedrazzini, responsabile eventi e Michele Sera per il Minibasket.

Claudio Franscella ha poi ricordato che a fine stagione 2013-2014, dopo quattro anni di lavoro con Ticinobasket, scadrà il suo mandato, gli assembleari sono dunque stati invitati a indicare dei nominativi per la sostituzione.

0 commenti :

Posta un commento

Rimani aggiornato tramite e-mail