Il TIUH ad un passo dai playoffs

Cerca nel blog

domenica 10 febbraio 2013

Il TIUH ad un passo dai playoffs


www.ticinounihockey.ch

Battendo il Sarganserland ai rigori al termine di una partita al cardiopalma, il Ticino Unihockey oggi di scena alle 16:00 ad Altendorf dovrà sconfiggere la cenerentola per garantirsi la qualificazione per i playoffs. I concomitanti successi delle due immediate inseguitrici Zugo e Zürisee e lo scontro diretto in programma stasera tra le due compagini confederate non lasciano gran spazio di manovra ad eventuali poco raccomandabili speculazioni.

Intanto i ragazzi di Prato, dopo aver consumato un pasto in palestra, si sono diretti nella pacifica località di Einsiedeln per rigenerarsi dalle fatiche della dispendiosa contesa e prepararsi così al meglio per il decisivo capitolo finale di questa emozionante regular season. Una tensione palpabile già ieri sera all'Arti e Mestieri che ci auguriamo possa tramutarsi in grande gioia al termine di una partita che vedrà di fronte i locali ormai ultimi senza ambizioni di classifica. Sarà comunque meglio diffidare di un'avversaria che non avrà nulla da perdere.

Ma torniamo all'incontro di sabato che durante i primi due periodi è prevalso sostanzialmente un equilibrio dettato dal nervosisimo e dalla paura di sbagliare. Nel terzo conclusivo poi una prodigiosa doppietta di Prato sembrava dovesse dare la svolta al match portando i padroni di casa sul 5-3. Tuttavia, nemmeno un minuto più tardi i grigionesi si riportavano sotto sfruttando un buco difensivo. Peccato che il finale di gara è stato palesemente influenzato da alcune decisioni arbitrali unilaterali ai danni dei rossoblu che hanno comportato ben tre penalità minori oltre a due penalità disciplinari personali di 10minuti. Una situazione che ha permesso agli ospiti di riagguantare il pareggio a tre minuti dal termine. Dopo un overtime sterile si è giunti all'appendice dei rigori in cui si è erto da protagonista Zanini, abile a neutralizzare 4 tentativi su 5. Per il TIUH decisive le realizzazioni di Larsson e Luraschi. Il folto pubblico interventuo all'Arti e Mestieri ha così potuto esplodere la sua gioia già intrisa dai fasti carnascialeschi con un urlo liberatorio frutto di una tensione cumulata in una contesa durata più di 2.5 ore.

E il sogno continua!

0 commenti :

Posta un commento

Rimani aggiornato tramite e-mail