DAL TEATRO AL TAI CHI, TORNANO I LABORATORI ACB

Cerca nel blog

martedì 5 febbraio 2013

DAL TEATRO AL TAI CHI, TORNANO I LABORATORI ACB



I laboratori ACB ripartono. Lunedì sera, allo Spazio Aperto, il presidente granata Gabriele Giulini, affiancato da Padre Callisto e Igor Nastic, ha presentato la gamma di attività extra-calcistiche dedicate a giocatori e staff. È ormai una tradizione consolidata e arricchente quella di permettere ai ragazzi di sviluppare passioni e interessi con l’aiuto di esperti e maestri. “Far crescere uomini e non solo calciatori”, ha ripetuto Giulini: un filo conduttore che avvolge l’essenza stessa del club.
La serata è stata introdotto con la presentazione della Campagna di prevenzione del razzismo, della violenza e per l'integrazione attraverso lo sport, promossa dalla Scuola per Sportivi d’Elite (SPSE) in collaborazione con l’AC Bellinzona. “Nello sport il razzismo è un pericolo sempre presente – ha spiegato Padre Callisto -. Non solo nei confronti di chi ha il colore della pelle diverso, ma anche verso gli avversari, visti spesso come nemici con cui scontrarsi, piuttosto che uomini con i quali confrontarsi”.

Le attività cominceranno nelle prossime settimane, e sono le seguenti:
- Arti applicate, grafiche e pittoriche;
- Filosofia e Mental Coaching;
- Fotografia;
- Lingua e cultura italiana;
- Lingue (tedesco e inglese);
- Mindfulness;
- Musica (chitarra);
- Tai Chi;
- Viticoltura.


Un capitolo a parte lo merita il ritorno del teatro, attività che due anni fa riscosse un grande successo. Nei prossimi giorni presenteremo i dettagli approfonditi delle varie materie, con il nome dei partecipanti. Per ora, godiamoci questo spaccato di cultura, merce rara in un club calcistico ma prassi per l’evoluta Associazione Calcio Bellinzona.

gene

0 commenti :

Posta un commento

Rimani aggiornato tramite e-mail