Curling - niente da fare per il CC Lugano alle qualificazioni "Mixed"

Cerca nel blog

domenica 10 febbraio 2013

Curling - niente da fare per il CC Lugano alle qualificazioni "Mixed"


Niente gloria per il team del Curling Club Lugano, skippato da Fabrizio Albonico, che è rientrato con 4 sconfitte in altrettanti incontri dal torneo di qualificazione ai Campionati Svizzeri "Mixed" (ovvero dove la squadra è composta da due donne e due uomini) tenutisi da venerdì 8 a domenica 10 febbraio al "Dolder" di Zurigo.
Non tutti i mali vengono per nuocere, però. Il weekend zurighese è infatti stata l'occasione per misurarsi con altre squadre "top" in Svizzera: i luganesi hanno incrociato i forti team di Baden (Bless) e Glarus/Wetzikon (con lo skip della nazionale juniores doppia medaglia d'oro ai Giochi Olimpici della gioventù, Michael Brunner), oltre a compagini di notevole esperienza come l'Adelboden dello skip Ruedi Hari, medaglia di bronzo ai recenti Campionati Svizzeri "open-air".

Da notare che quella del CC Lugano è la prima partecipazione di una squadra ticinese al campionato "Mixed" e la prima da oltre dieci anni ai massimi livelli svizzeri, seppur si trattava - in questo caso - unicamente di un turno di qualificazione.

Il divario con quella che può essere considerata l'élite svizzera è -purtroppo- più netto di quanto gli stessi attori inizialmente ipotizzassero ma è essenzialmente riconducibile all'assenza, in Ticino, di una struttura sportiva dedicata alla disciplina del Curling e che relega le possibilità di allenamento per gli atleti alle pochissime ore di ghiaccio settimanali che le piste di ghiaccio ticinesi (Ascona, Chiasso e Lugano in primis) possono mettere a disposizione di uno sport considerato, alle nostre latitudini, a tutti gli effetti "minore" (benché sia disciplina olimpica!).
Senza voler sminuire in alcun modo l'ottimo lavoro svolto dagli addetti delle diverse piste ticinesi, un ghiaccio qualitativamente valido per il Curling non può essere ottenuto con una rapida passata di "Zamboni" dopo un allenamento di hockey o di pattinaggio: è proprio per tale motivo che nella Svizzera tedesca vi sono numerosi palazzetti del Curling, dove gli atleti possono disporre di condizioni ideali, con ottimo ghiaccio e ore di allenamento consoni all'attività ed alle aspettative. In Ticino ne siamo, ahinoi, ancora lontani e la partecipazione del team del CC Lugano, seppur lodevole, è destinata a non poter migliorare più di tanto, viste le infrastrutture a disposizione.

> Risultati finali

0 commenti :

Posta un commento

Rimani aggiornato tramite e-mail