Il Galatasaray si infrange sulle mura del Castello dei Dragoni

Cerca nel blog

giovedì 17 gennaio 2013

Il Galatasaray si infrange sulle mura del Castello dei Dragoni



Fino dove potrà andare questo Lugano? È la domanda che ieri, al termine dell’incontro di andata degli ottavi di finale della CEV Challenge Cup, in molti si sono posti.
L’EN Gas & Oil è riuscito nell’impresa di sconfiggere per 3-0 il Galatasary, al termine di una sfida che ha regalato emozioni a piene mani e che ha proposto una pallavolo di livello eccelso. I turchi, che forse hanno “sofferto” un poco la palestra e le sue altezze, non sono apparsi irresistibili, nonostante i grossi nomi che compongno l’armata del Galatasaray. Gli uomini di Nesic non hanno trovato alternative valide per controbattere al gioco magistrale e spettacolare di un Lugano che ha giocato forse oltre i suoi limiti, spinto dall’adrenalina ma anche da una forza mentale che non ha fatto difetto.
Motta e Camperi, con le loro precise indicazioni, hanno indirizzato i loro giocatori, i quali sul parquet non hanno fallito ed, anzi, hanno castrato le velleità offensive degli ospiti turchi.
Tutti e tre i set sono stati giocati ad un ritmo elevatissimo e in un’ora e diciassette minuti tutto era già finito. Le sassate di Banderò e in parte di Manassero e Mariano, la precisa regia e gli altrettanto precisi servizi di un Garnica solido come una roccia e in serata di grazia, le ricezioni di Gelasio e la copertura a muro di Zanatta e Lehtonen, hanno posto le basi per l’incredibile vittoria, legittimata da tutto il gruppo.
Il meno che si possa dire è che la partita di ritorno prevista mercoledì in Turchia non sarà una passeggiata di salute. La vittoria di ieri per i Dragoni è preziosa a livello psicologico, ma serve a poco in ottica successo finale. Gli uomini di Motta e Camperi sono però almeno certi di giocarsi il tutto per tutto e l’accesso ai quarti almeno al “golden set”.

Lugano – Galatasaray 3:0 (25:21/25:18/25:23)
Lugano: Sauss, Lehtonen, Manassero, Zanatta, Banderò, Garnica, Mariano, Gelasio
Istanbul: Kiyak, Kisal, Janic, Bell Cisneros, Nikolov, Elgaz, Aslan, Salparov, Dünge.

Note: palestra Arti & Mestieri Bellinzona, 900 spettatori. Arbitri: Boris Roberto (Ita) e Anton Probst (Ger).

0 commenti :

Posta un commento

Rimani aggiornato tramite e-mail