Ultimissime

lunedì 30 luglio 2012

Pari del Chiasso con l'Aarau: l'analisi del sito rossoblu


Aarau, terra di imprese rossoblu, di quelle che restano. L’anno scorso la storica vittoria dopo più di 30 anni, questa volta un pari che vale oro contro una delle favorite del torneo. Imbattuti e senza incassare reti, come a Vaduz, funziona la difesa del Chiasso di Bordoli. Subito in campo il nuovo acquisti Danick Yerly a fianco di Pimenta, un gol a debutto, costretto a mezz’ora dal termine a uscire per un infortunio alla spalla. Da segnalare le prove di Maggetti e Tarchini su tutti.
Nei primi minuti l’Aarau ha preso il pallino del gioco, poi il Chiasso ha preso le misure. La prima occasione non è arrivata prima del 19’con una conclusione dalla distanza di Callà, al 23’ci ha provato Marazzi. I due si sono distinti con buone prestazioni, e difatti al 28’è stato ancora Callà a chiamare Capelletti alla parata. Al 34’si sono fatti vedere i rossoblu con Maggetti. Negli ultimi minuti, una grossa emozione per parte: prima l’Aarau ha colpito una traversa con Burki, poi un tiro di Maggetti dalla sinistra è stato rimpallato sulla testa di Yerli con Mall a salvare.
Nella ripresa ha tentato subito Antic, poi per lungo tempo non vi è stato più un granchè da segnalare, in una fase caratterizzata dai cambi: dentro Croci-Torti e Becchio per Riva e Pimenta nel Chiasso, Buess per Callà e Ionica per Foschini sono state le mosse di Weiler.
In prossimità del fischio finale l’Aarau ha ripreso a premere, andando alla conclusione al 79’con Antic, all’81’colpo di testa di Burki e sul proseguo dell’azione è stato bravo Capelletti di nuovo su Antic. Prima dell’ultimo tentativo di testa di Widmer, ci sono stati brividi anche per Mall, quando un pallone calciato da Quaresima è stato deviato da Buess, sarebbe stato un colpaccio! È comunque un ottimo risultato per una squadra che resta imbattuta e per settimana prossima attende il Winterthur al Comunale.

(fonte www.fcchiasso.ch)

Nessun commento:

Posta un commento