Ultimissime

lunedì 30 luglio 2012

Aarau-Chiasso, le dichiarazioni del dopo-gara


Il pareggio ad Aarau soddisfa la truppa rossoblu. Mister Livio Bordoli ripetesacrificio, sacrificio e sacrificio, è questo il segreto del Chiasso ancora imbattuto. Abbiamo ottenuto tre punti in tre partite, ora si deve vincere. Yerli ha fatto vedere buone cose, speriamo ci possa dare un aiuto, non è propriamente un attaccante ma un esterno che si muove tanto, si deve abituare a noi e noi a lui. Finora la difesa è stata un punto fermo, come ho detto c’è tanto sacrificio da parte di tutti, se lasci la retroguardia allo sbando e non la proteggi subisci gol. Bravi tutti!

Il responsabile amministrativo e sportivo Riccardo Bellotti parla di un primo tempo in cui ha fatto meglio l’Aarau, ma dove abbiamo avuto una grossa occasione con Maggetti nel finale e dove Capelletti ha dovuto fare un unico intervento importante. Nella ripresa hanno attaccato un po’meno all’inizio, poi sono stati bravi il nostro portiere e la difesa. Il pari ci premia! Yerly ha fatto buone cose, non è una prima punta, ha svolto solo un allenamento e mezzo con i compagni, dobbiamo dargli tempo di conoscere i movimenti della squadra.
Come lo scorso anno, la difesa è il punto fermo. Un solo gol incassato in tre partite, Henry Siqueira Barras è contento. Penso che questa sia stata la gara più difficile delle tre giocate sinora, da qui in poi possiamo avere abbastanza fiducia in noi stessi per poter affrontare chiunque. Tre partite sono poche, ma siamo in crescendo, d’ora in poi possiamo essere sicuri di noi anche se sappiamo di partire spesso da sfavoriti. Questo non è però un problema, e fare pari con squadre più attrezzate di noi è un ottimo risultato. La difesa sta andando abbastanza bene, ma siamo tutti un po’difensori, gli avversari ci pressano nella nostra metà campo e tutti copriamo.

(fonte: www.fcchiasso.ch)

Nessun commento:

Posta un commento