ottobre 2011

Cerca nel blog

domenica 30 ottobre 2011

Kessel Racing Team: Campioni!!!




Barcellona, 30 ottobre 2011.

Una parola sola: Campioni! Kessel Racing Campione tra i team nella classe GTS. Lorenzo Bontempelli e Stefano Gattuso campioni nella classifica piloti. E’ questo il verdetto della pista, che è maturato al termine di una stagione lunga da maggio ad ottobre, e che ha visto le nostre vetture protagoniste sulle piste di tutta Europa.  A Barcellona Kessel Racing doveva chiudere i conti nella classifica dei team per la classe GTS, mentre Bontempelli/Gattuso dovevano difendere l’unico punto che avevano di vantaggio su Roda maturato dopo l’appuntamento di Monza. Con due gare perfette di altissimo livello il team ha chiuso i conti nella graduatoria a squadre, Bontempelli/Gattuso hanno vinto il campionato vincendo anche l’ultima gara, mentre anche le altre vetture in pista si sono distinte con ottime prestazioni. Mantovani/Caccia hanno chiuso al quarto posto di classe, sfiorando il podio, Crespi/Earle appena dietro, mentre anche il nuovo equipaggio Sicart/Enjalbert impegnato in una serie competitiva come il GT Open si mostrato subito performante con una vettura sempre competitiva come la F430 Scuderia. Nella classe SGT la gialla 458 di Broniszewski/Peter dopo aver chiuso in seconda posizione la gara del sabato, ha terminato la seconda frazione al quarto posto, consolidando una classifica generale importante, frutto di una grande rimonta maturata nella seconda parte della stagione nella categoria regina del GT Open. Chiuso il capitolo Open per Kessel Racing non c’è tregua. La settimana prossima la squadra sarà in pista al Mugello per l’ultimo appuntamento del Ferrari Challenge con le ultime prove della divisione italiana ed europea, oltre alle Finali Mondiali. 

Kessel Racing Press Office

giovedì 27 ottobre 2011

mercoledì 26 ottobre 2011

A volte ritornano... Larry Huras a Lugano - Il comunicato del Club



"L’Hockey Club Lugano comunica di aver raggiunto un accordo con il Sig. Larry Huras che assume con effetto immediato la funzione di head coach della prima squadra bianconera. Il tecnico dell’Ontario, nato l’8 luglio 1955, ha allenato in Svizzera a partire dal 1996 l’Ambrì Piotta, gli ZSC Lions, l’HCL e il Berna, conquistando in quindici stagioni tre titoli nazionali : con gli ZSC Lions nel 2001, con l’HCL nel 2003 e con il Berna nel 2010. La scelta della società bianconera è caduta su Larry Huras, conosciuto per la sua capacità di trasmettere alla squadra una mentalità vincente e di saper ottenere il massimo dagli elementi a sua disposizione, in virtù della sua profonda conoscenza del campionato svizzero e anche dell’ambiente dell’Hockey Club Lugano. Con l’HCL Huras ha siglato un contratto valido sino al termine della stagione 2013/2014."

martedì 25 ottobre 2011

Week end decisivo



L'ultimo appuntamento, quello più importante, quello decisivo nell'International GT Open Championship va in onda nel prossimo fine settimana sul tracciato Montmelò a Barcellona. A giocarsi il titolo nella classe GTS Kessel Racing con la Ferrari 458 Italia di Bontempelli/Gattuso, tutt'ora leader di campionato davanti a Roda, pilota Porsche di AutoOrlando con la 997 GT3 di un punto. A gareggiare con Roda sarà Babini che torna al suo posto dopo le gare di Monza, che hanno visto Roda affiancato da Paolo Ruberti. A Barcellona sarà appassionante tutto il "week-end" con Kessel Racing protagonista con la 458 GT2 di Broniszewski/Peter, vincitori di gara uno a Monza, così come saranno protagonisti Mantovani/Caccia con l’altra 458 GT3, Crespi/Earle, Kremer/Schmidt e J.Sicart/Enjalbert con la sempreterna F430 Scuderia GT3. Il programma del fine settimana spagnolo prevede le vetture in pista già dal giovedi dalle 16.05 alle 17.00 per la disputa di una sessione di test. Venerdi sono in programma due sessioni di prove libere dalle 11.15 alle 12.15 e dalle 17.00 alle 18.00, sabato in mattinata le due sessioni di prove ufficiali dalle 9.40 alle 10.15 e dalle 11.45 alle 12.20 e la disputa di gara uno sui settanta minuti con il via alle 16.25, mentre la gara conclusiva di tutta la stagione sulla distanza di cinquanta minuti andrà in scena domenica alle 12.25. Diretta televisiva sul circuito Eurosport e su Nuvolari Channel, visibile sia nel pacchetto di SKY, che nel digitale terrestre.

                                                                                                                                                
Ufficio Stampa Kessel Racing

giovedì 20 ottobre 2011

Ticino Unihockey: che week end!!!


Ottimo weekend per la prima squadra del Ticino Unihockey impegnata in un significativo doppio turno contro squadre di media classifica. I rossoblu hanno conquistato quattro punti più che raddoppiando in due giorni il bottino in classifica. 

Già sabato a Buttikon i ragazzi di Egloff hanno giocato una buona partita uscendo sconfitti solo a dieci secondi dal termine dell'overtime. Il punteggio nei tempi regolamentari era di 4-4. Dopo un ottimo primo tempo concluso in vantaggio grazie alla segnatura di Masa, i ticinesi sono riusciti al 24' addirittura a raddoppiare con Boris Pellegrini. Doppio vantaggio di breve durata. Tra il 29' e il 32' il March Altendorf riusciva a battere l'incolpevole Petrò in ben tre occasioni ribaltando così il risultato. Il terzo tempo iniziava poi in salita per i rossoblu. Il 4-2 dei padroni di casa realizzato al 47' avrebbe infatti potuto spezzare le gambe ai ticinesi. Al contrario, dapprima il rientrante Biffi (foto) al 48' e poi Mignola al 52' rimpattavano l'esito del confronto che non mutava sino all'overtime. Purtroppo a 10 secondi dal termine Petro' nulla poteva contro la conclusione di Silvan Fagnagnini. Per il Ticino Unihockey comunque un buon punto conquistato su un campo assai arduo. 

Domenica sera, ospite del TIUH era il Sarganserland che lo scorso anno aveva disputato i playoff per l'ascesa in SML. I grigionesi reduci dalla vittoria ai rigori contro lo Zürisee dopo una lunga rincorsa durata tutta la partita, erano scesi in Ticino con l'intenzione di conquistare la posta piena ed inguaiare i ticinesi nelle parti basse della classifica. 
I padroni di casa però iniziavano al meglio la competizione passando già in due occasione nei primi 6 minuti di gioco: il rientrante Naskali assisteva magistralmente in entrambe le segnature gli autori Biffi e poi Egloff. Ad un solo minuto dal termine del primo periodo il Sarganserland riusciva tuttavia a raccorciare grazie ad uno spunto irresistibile di Gamma che batteva l'incolpevole Zanini. Appena rientrati dalla pausa, i grigionesi pareggiavano i conti con Britt con un'improvvisa conclusione in backend. Nemmeno il tempo di esultare per i tifosi ospiti che Masa concretizzava abilmente una veloce azione di contropiede con una perfida conclusione. Al 24' però il Sarganserland riusciva nuovamente a pareggiare i conti con Gamma (una doppietta per lui). Poco male in quanto dapprima al 25' Biffi e poi al 26' Mignola permettevano al TIUH di riallungare. Al 36' poi l'importante segnatura di Egloff che sottoporta beffava il portiere avversario con un preciso pallonetto. Partita prematuramente conclusa? Ebbene sì. 
Il terzo periodo serviva ai padroni di casa per dilagare suggellando così la prima vittoria casalinga e durante i tempo regolamentari in LNB. Dal 51' al 56' cadevano infatti altre quattro segnature: nell'ordine Naskali, Biffi (per lui una tripletta), Bonetti e Bertocchi. Il punteggio finale 10-3 forse punisce oltre misura la compagine ospite. Tuttavia rende ragione ai meritevoli rossoblu che nell'arco di 24 ore sono riusciti a raccogliere ben 4 punti e a rilanciare il proprio campionato.
Con 7 punti all'attivo il TIUH raggiunge il 7. rango in coabitazione con l'ULA (prossimo avversario sabato prossimo in trasferta) e a soli 2 punti dallo stesso Sarganserland (sesto e quindi attualmente qualificato per i playoffs). Tra il quarto e il sesto rango si è formato un gruppo intermedio (da 9 a 12 pti) dietro ai fuggitivi Thun, Olten e Eggiwil che veleggiano in alta classifica dopo i primi 7 turni di LNB.
Per il settore giovanile rossoblu da segnalare che sabato la squadra JD allenata da Luca Sartori di scena a Montagnola ha disputato con successo due partite: contro l'Ispra i giovanissimi rossoblu hanno vinto per 13 a 3 e poco dopo si sono ripetuti contro la Gambarognese per 7 a 4.
Domenica era di scena pure la squadra U16 di Perucchi. Al termine delle due partite disputate i rossoblu hanno raccolto un punto contro il Verbano (2-2). Contro il Medrisiotto i nostri ragazzi si sono invece dovuti inchinare per 3 a 5.

Bravi ragazzi e sempre forza TIUH!!!

(fonte: www.ticinounihockey.ch)

mercoledì 19 ottobre 2011

Rugby Ticino sconfitto a Würenlos



Sotto di 4 mete dopo appena 20 minuti di gioco il Ticino Rugby, attualmente al terzo posto in classifica in Lega C, non è riuscito ad imporsi a Würenlos dove è stato sconfitto domenica per 31-7. Unica meta per i ticinese quella realizzata da Valenti al 38'. Prossima partita domenica 23 a San Gallo.

Formazione: Zanazzi, Guidotti, Sarier, Micheletti, Bonfadini, Dell’Ambrogio, Petitjean, Francetti, Contessi, Rapp, Pedrini, Ippolito, Magenes, Marazzi, Valenti, Topuz, Iseni, Cereda, Brand, Schauwecker.

Stufo del solito calcio? Prova il futsal!


Dopo il successo di Sportissima e il grande interesse dimostrato da bambini, ragazzi e rispettivi genitori durante i primi 18 mesi d’attività agonistica, il Lugano Pro Futsal sbarca a scuola.

Admir Batlak, con l’assistenza di Sanela Oglic e altri membri della società, terrà durante il prossimo inverno dei corsi di futsal nell’ambito dei doposcuola organizzati dalle sedi elementari di Cassarate e Sorengo.

Questo potrebbe essere il primo passo verso la realizzazione di un movimento giovanile vero e proprio. Le somme si tireranno alla fine di questa stagione.

Un grazie ai responsabili delle due sedi scolastiche per aver proposto e per mettere a disposizione tempo e risorse al fine di promuovere il futsal.

martedì 18 ottobre 2011

intHosting.biz è il nuovo sponsor principale del Lugano Pro Futsal



intHosting.biz diventa di diritto il nuovo sponsor principale del Lugano Pro Futsal.

Sulla nuova divisa della squadra luganese, appositamente disegnata dallo sponsor tecnico Erreà, sarà stampato il logo del fornitore di hosting e servizi web. La stessa verrà utilizzata durante il prossimo campionato di LNA, il quale scatterà fra poco meno di un mese.

La società ringrazia di cuore Romolo Pignone, titolare della ditta. Il suo importante sostegno finanziario è pari alla sua passione per lo sport e per il progetto Lugano Pro Futsal in particolare.

Il Lugano Pro Futsal collabora con l’Associazione ME-WA



L’Associazione ME-WA sarà presente a tutti gli eventi casalinghi del Lugano Pro Futsal durante la prossima stagione.

L’ente benefico di aiuto allo sviluppo persegue azioni volte alla salvaguardia dei diritti umani, al miglioramento delle condizioni di vita della popolazione e alla promozione in svariati settori sociali nella Repubblica del Benin, Stato dell'Africa Occidentale.

Maggiori informazioni sull’Associazione e su come sostenerla: http://www.infome-wa.ch

lunedì 17 ottobre 2011

domenica 16 ottobre 2011

venerdì 14 ottobre 2011

lunedì 10 ottobre 2011

II Lega: il Punto



6 squadre in 5 punti. Il campionato, dopo 8 giornate si conferma molto equilibrato. Le motivazioni? Volendo potrebbero essere molteplici, ma la spiegazione è invece assai semplice. Nel calcio regionale sono finiti i tempi delle "vacche grasse" ed è quindi difficile, se non impossibile, portare sotto lo stesso tetto i migliori giocatori in circolazione che ora scelgono invece la propria squadra per motivi di vicinanza, di logistica o di amicizia. Questo ha creato quindi una diaspora dei migliori talenti e un conseguente riallineamento dei valori. Il tutto a vantaggio dello spettacolo...

martedì 4 ottobre 2011


Ce ne sono tante di loro, persone in Ticino, che sono alla ricerca di un’ottima MTB a costi moderati. Ma ci sono anche gli altri; ticinesi che hanno una MTB di troppo e vorrebbero liberarsene.
Il nostro scopo è di portare queste persone sotto lo stesso tetto.

Il mercatino delle bici è per tutti i mountainbiker, downhiller, freerider e dirtjumper. Acquista e vendi biciclette d’occasione, modelli di fine serie, gadgets, vestiti e componenti che girano intorno al mondo di queste discipline.

DOVE?
Organizziamo il nostro “Mercatino delle MTB d’occasione” al Mercato coperto
in Via Pentima 20, 6596 Gordola, Svizzera.

VANTAGGI IN CONFRONTO AD INTERNET?
Sicuramente hai già cercato in rete una bicicletta, una forcella o cose simili. Lo svantaggio: devi prendere contatto, poi bisogna organizzare un appuntamento e nei casi peggiori devi fare il giro di tutta la Svizzera, e alla fine scopri che non è quello che desideravi e ti tocca ricominciare da capo con la ricerca. Con il mercatino delle occasioni hai la possibilità di trovare tutto quello che cerchi in un solo luogo, puoi paragonare sul posto, trattare, testare e prepararti per la nuova stagione.

QUANDO?
• SABATO 5 NOVEMBRE 2011
Dalle 10.00 – 18.00
• DOMENICA 6 NOVEMBRE 2011
Dalle 10.00 – 18.00




VANTAGGI IN CONFRONTO AD ALTRIMERCATINI SIMILI
Chi cerca una nuova full suspended, dirtbike oppure una bmx in un mercatino delle biciclette convenzionale è al posto sbagliato. Le biciclette in ordine sono molto rare e sopravalgono le biciclette da donna e uomo in pessimo stato o molto vecchie. Al mercatino della bici ci sono solo mountainbike! Cross country, freeride, downhill, dirtjumper e bmx!

ENTRATA
Gratuita

COSA PUOI ESPORRE?
Mountainbikes e telai: dirtjumper, freeride, XC, Downhill.
Componentistica: Freni a disco, manubri, pipette, ecc
Vestiti: Protezioni, caschi, guanti, scarpe, ecc
Gadgets: Lampade, zaini, borse, attrezzi, ecc

IL “MERCATINO DELLE MTB” SOSTIENE WHEELS 4 LIFE!!

Il mercatino delle MTB vuole rendere attenti i visitatori sul progetto di beneficenza “Wheels 4 Life”. Questa associazione ha lo scopo di mettere a disposizione delle persone bisognose del terzo mondo delle biciclette, i quali le usano per spostarsi tra casa, scuola e lavoro.
Questo è necessario poiché spesso le persone vivono in condizioni davvero primitive in luoghi discosti e perciò tagliati fuori da ogni mezzo di trasporto pubblico. Molte volte la scuola, il dottore o il posto di lavoro più vicino, dista 15-30 km da casa. In questi casi una bicicletta può aumentare la qualità di vita di queste persone e darle la mobilità necessaria per garantire a queste persone una vita un po’ più dignitosa.
Pensiamo che l’associazione No-Profit abbia meritato la dovuta attenzione, e vorremmo sostenere questa causa dandole la visibilità meritata e vi chiediamo gentilmente di sostenerci in questo progetto. Chi volesse informarsi ulteriormente sul progetto può visitare la pagina internet ufficiale wheels4life.org e scoprire come si può sostenere l’associazione di Hans “No Way” Rey.


ISCRIZIONI
Sei un negozio specializzato oppure un privato (scarica il "Formulario vendita privati) che vuole esporre il proprio materiale? Allora contattaci e richiedi la documentazione per la registrazione ufficiale. mail: info@ticinofreeride.ch


Puoi seguirci anche su FACEBOOK e sul nostro sito ufficiale www.ticinofreeride.ch

lunedì 3 ottobre 2011

Teppismo da stadio: la Svizzera si sorprende



La notizia ha fatto il giro del mondo. Anche in Svizzera esistono gli Hooligans!
A Zurigo, ieri, partita sospesa e stupore generale. Ma ci prendiamo in giro?
Il problema del teppismo non è una novità, ma una realtà di cui si cerca sempre di ignorare le cause. Si discute di stadi vetusti, di calcio malato, di giovani violenti. Tutto vero, ma i motivi quali sono? Il problema non è il luogo o lo sport dove si manifestano questi atteggiamenti, il problema è il perchè accade tutto questo. Io sono certo che le stesse persone, per numero ed estrazione sociale, inseriti in un contesto completamente opposto, arriverebbero comunque a scontrarsi. Anche in un ritrovo di boy-scout! Il problema è che la gente è stufa di questa società, basata su valori materiali, piena di incertezze e senza obbiettivi concreti. Qualcuno sfocia questo malessere scrivendo su un giornale, altri evitando di andare a votare e taluni cercando la copertura della massa. I ragazzi sono impregnati di rabbia e cercano l'occasione per liberarsene. La soluzione non sarà quindi l'aumento della sicurezza degli stadi. Questo permetterà solo di preservare il business del calcio, spostando il problema da un settore all'altro. Non chiudiamo gli occhi facendo finta di essere indignati per le immagini che ci propongono i media. Facciamo sentire la nostra voce, sfruttando la grancassa mediatica dello sport, per una volta a fin di bene.

Rimani aggiornato tramite e-mail