settembre 2011

Cerca nel blog

mercoledì 28 settembre 2011

Alcol e Sport: binomio... perdente



Con la sua azione l'alcol influenza negativamente la prestazione sportiva. Ovviamente i suoi effetti sono dose dipendenti e se piccole quantità (30-40 grammi al giorno per gli uomini e 20-30 g/die per le donne)   sono tutto sommato tollerabili, dosi elevate possono compromettere seriamente la performance sportiva.
L'alcoletilico, malgrado l'elevato valore energetico, non può essere considerato un nutriente.
Nel fegato l'ossidazione di 1 grammo di alcol libera comunque un'elevata quantità di energia (7 kcal, contro le 4 Kcal di carboidrati e proteine e le 9 kcal dei grassi).
Occorre tuttavia precisare che il grado alcolico riportato in etichetta non corrisponde ad 1 g di alcol bensì ad 1 ml di etanolo che sviluppa all'incirca 5,6 Kcal.
L'alto contenuto calorico dell'alcol non è che uno dei tanti effetti negativi di questa sostanza che con la sua azione altera gran parte delle reazioni metaboliche che avvengono nel nostro organismo. Vediamo nei dettagli le più importanti.
Metabolismo dei carboidrati: inibizione della glicogenosintesi e stimolazione della gliconeolisi con conseguente depauperamento precoce delle scorte glucidiche.
Sistemi tampone: l'alcol favorisce la produzione e l'accumulo di composti acidi come il lattato e i corpi chetonici abbassando, di conseguenza, il pH del sangue. Ricordiamo che l'acidosi metabolica (abbassamento del pH ematico) è responsabile di sintomi come stanchezza, cefalea, nausea, vomito e può condurre al coma.
Sangue: l'alcol diminuisce l'efficienza nel trasporto ematico del ferro, un minerale coinvolto nei processi di produzione dell'ATP e nel trasporto dell'ossigeno. In particolare con la sua azione altera la sintesi delle diverse isoforme di transferrina. Tale proteina è coinvolta nel trasporto del ferro dalla sede di assorbimento a quella di utilizzo o di deposito (in particolare il fegato).
L'alcol causa un minor assorbimento della vitamina B12 e dei folati. Queste due sostanze sono fondamentali perché regolano alcuni processi fisiologici importanti. Una loro carenza implica un aumento di volume delle emazie (globuli rossi) predisponendo il soggetto all'anemia megaloblastica e a danni al sistema nervoso.
L'alcol è particolarmente tossico per i mitocondri, gli organuli cellulari che producono energia.
Tra l'altro i mitocondri sintetizzano l'eme un complesso chimico presente nell'emoglobina in grado di legare l'ossigeno. Associando il declino nella produzione di eme al ridotto assorbimento della vitamina B12 e all'alterazione della transferrina il trasporto di ossigeno ai tessuti viene seriamente compromesso.
Tale alterazione influenza negativamente la prestazione sportiva soprattutto nelle attività di resistenza come la corsa ed il ciclismo.
L'alcol riduce inoltre livelli di testosterone limitando la sintesi proteica fino a 24 ore dopo il suo consumo, di conseguenza l'abuso di questa sostanza compromette l'incremento della massa muscolare.
Effetti sul sistema nervoso centrale: alterazioni nella contrazione muscolare, peggioramento dei riflessi, del tempo di reazione e delle capacità coordinative.
(by my-personaltrainer.it) 

E il panettone?



Proviamo invece a valutare l'effetto di 100 grammi di panettone su una persona che pesa 55 chilogrammi.
Credo che pochi riescano ad immaginare che per eliminare una così piccola porzione di questo delizioso dolce occorrono ben 13436 metri di camminata...
Sarà anche vero che si ingrassa da Capodanno a Natale e non viceversa, ma attenzione agli eccessi in arrivo!

Cioccolato e Sport? Okkio alle calorie



Facciamo un esempio molto pratico.
Prendiamo una persona che pesa 75 chilogrammi e mangia 50 grammi di cioccolato al latte.
Per perdere le calorie che ha assunto con questo "sfizio" dovrà correre per circa 4000 metri (4035 per l'esattezza) oppure camminare per ben 8069 metri!!!

lunedì 26 settembre 2011

Kessel Racing: le notizie del week end



Si concluso ieri sul tracciato toscano del Mugello il lungo fine settimana dedicato al Ferrari Challenge Italia e all’International GT Sprint Series. Proprio da questa serie giunge la maggiore soddisfazione per Kessel Racing che già al termine della prima delle due gare si è laureato Campione per la stagione 2011 nella categoria “Cup” con Steven Golstein e Antonio De La Reina. Un successo maturato nel corso della stagione grazie alla grande regolarità della coppia, capace di conquistare da subito una serie impressionante di successi e di piazzamenti utili. Oggi in gara nella serie GT con Kessel Racing c’era anche Massimo Mantovani tradizionalmente impegnato nell’Open GT. Per il bolognese due podi con un terzo ed un secondo posto nella classe GTS3. Nella classe Cup dicevamo del successo in campionato di Goldstein/De La Reina. Proprio Goldstein in gara uno ha chiuso al terzo posto, mentre De La Reina ha terminato in quarta posizione la seconda frazione. In gara uno appena fuori dalla zona podio Bocellari e Petrini giunti in quarta e quinta posizione, mentre nella seconda frazione Delli Guanti e Sorti hanno terminato al quinto ed al settimo posto. Meno fortunata la giornata nel Ferrari Challenge dove Bontempelli a fronte del podio conquistato in gara uno alle spalle di Malucelli e di Gai, ha abbandonato in gara due dopo una uscita alla curva S.Donato. Con questo risultato Bontempelli mantiene comunque la seconda posizione tra i piloti del Trofeo Pirelli, vedendo però aumentare il suo distacco dal leader a venti lunghezze. Prossimo appuntamento con Kessel Racing è per il prossimo fine settimana a Monza per il settimo appuntamento stagionale con il GT Open.


                                                                                                                                             Ufficio Stampa Kessel Racing

venerdì 23 settembre 2011

Svendita di fine stagione


Svendita di fine stagione, ottimi affari

La TICINOFREERIDE vende le sue Testbikes ed i modelli 2010 con 50% di sconto!! Lo stesso vale per tutta l'atrezzatura.

- bergamont big air 9.9
- bergamont big air 7.0
- Six Six One Evo Pressure Suite 10
- Six Six One 401 Glove 10
- Six Six One Race Knee/Shin 10
- Six Six One Evolution Helmet 10

ulteriori info: http://ticinofreeride.ch/it/shop/

Stralugano: il programma


Sabato 24 settembre 2011

dalle 14.00 alle 20.00 Apertura del Villaggio della Stralugano, stand degli sponsor e diversi espositori, animati da ospiti e dall’allegra musica delle guggen.

Domenica 25 settembre 2011

30km Panoramic
ore 9.45
10km City ore 10.15
Kidsrun ore 12.00
Premiazioni 30Km, 10Km e Kidsrun
Gara del Miglio - ore 14.30

Corsa Handbike
- ore 15.00
Premiazioni Handbike e Miglio

mercoledì 21 settembre 2011

L'Ambrì pirateggia Ginevra, terza vittoria di fila


di Giorgio Genetelli (Ticinonline)

GINEVRA – Ma toh! Dopo quattro anni, l’Ambrì torna a vincere tre partite di fila. E non è un caso. Alle Vernets, i biancoblù hanno messo in pista quella forza d’animo che viene da una rinata fiducia. Per venire a capo di questo strano Servette (sempre ultimo, senza vittorie), i ragazzi di Constantine hanno dovuto attraversare una bufera durata quasi tutto il primo tempo. Bäumle sembra sempre sul punto di affogare di fronte alle avanzate granata. Il gol di Fata in entrata addensava nere nubi, ma Constantine, dritto sul cassero, invitava con occhi di fuoco a resistere.

E la barchetta ha resistito, anche ai colpi più duri, come quello rifilato un po’ a tradimento da Rivera al giovane Pestoni, costretto a restare negli spogliatoi nel terzo tempo (sospetta leggera commozione cerebrale). Anzi, proprio lì, con il gioco interrotto per un po’ nell’intento di calmare gli animi (con Walker che tenta di vendicare il compagno, come da codice), l’Ambrì ha ritrovato fiato e coraggio. In un lampo, Raffainer ha colpito in contropiede. Il Servette, che sembrava sfrontato e potente, si è afflosciato e nel secondo tempo, dopo una fase di stanca, l'insaziabile Raffainer ha raddoppiato, coadiuvato dal fido Stucki e dal corsaro Noreau.

Spinti dai nervi dello spiritato McSorley, i ginevrini hanno ancora avuto la forza di pareggiare in breve tempo, grazie al tiro dalla blu di Schneeberger. Poi, poco o niente. L’Ambrì ha congelato il gioco ed è comparso lo straniero senza nome, al secolo Erik Westrum (con maglia numero 6, senza insegne, come se volesse nascondersi o rifarsi una verginità), che fiutata la situazione positiva ha cominciato a giocare con voglia e non solo perché costretto dall'infortunio di Kariya.

La crescita, sua e collettiva, è continuata nel terzo tempo. Sempre più lucido, L’Ambrì ha costretto il Servette a un’infinità di piccoli errori e a uno fatale: la penalità beccata al 48’18” da Trachsler per fallo da frustrazione. Per la prima, e unica, volta in superiorità numerica, i biancoblù hanno tirato fuori un power-play di cui l’anno scorso nemmeno si sapeva l’esistenza, e con Kutlak, assistito da Noreau, hanno infilzato Calvino e tutta la banda. Il finale è stato un po’ sofferto, ma meno del previsto, a dimostrazione che il Servette, con la sua partenza sparata, era poco più che chiacchiere e distintivo.

Tre punti a casa, ma adesso non è che l’Ambrì sia diventato di colpo leggiadro, eh no. Rimane una squadra che, come un pugile che sa incassare, deve accettare di subire chi come tecnica gli è superiore, aspettando il momento per colpire e mettere in crisi le altrui sicurezze. Se poi, come a Ginevra, riesce a concretizzare le poche occasioni che ha, è un passo avanti.

Certo che vedere una squadra che lotta in questo modo è sorprendente, soprattutto se pensiamo alle batoste subìte negli ultimi anni. In queste cose, l'Ambrì è davvero il numero uno.


AMBRÌ PIOTTA – GINEVRA SERVETTE 2-3 (1-1, 1-1, 0-1)
Reti: 2’41” Friedli (Fata) 1-0; 18’54” Raffainer (Noreau) 1-1; 27’03” Raffainer (Stucki) 1-2; 29’35” Schneeberger (Salmelainen, Randegger) 2-2; 49’45” Kutlak (Noreau) 2-3
AMBRÌ: Bäumle; Sidler, Kutlak; Lakhmatov, Landry, Grassi; Kobach, Noreau; Elias Bianchi, Westrum, Pestoni; Schultess, Casserini; Stucki, Walker, Raffainer; Guerra; Mattia Bianchi, Schlagenauf, Botta; Murovic.
Penalità: Servette 2x2' + 1x10’ (Rivera); Ambrì 1x2'+2 + 10’ (Walker).
Note: Les Vernets, 6’037 spettatori. Arbitri: Eichmann, Dumoulin, Zosso. Ambrì senza Duca, Demuth, Trunz, Meier e Kariya (infortunati), Müller (ammalato) e Hoffmann (camp NHL).

martedì 20 settembre 2011

Sfida contro il tempo


Sabato 24 settembre sarà una giornata intensa e ricca di attività per il Nara.

Cari amici,
Avremo infatti l'ultimo grande evento della stagione estiva per gli appassionati di MTB Freeride & Downhill e, per chi non si lancerà sulla famosa pista "Black Wood Line", la tradizionale giornata di volontariato per la pulizia delle piste in preparazione della stagione invernale.

SFIDA CONTRO IL TEMPO: così si chiama il raduno MTB Freeride & Downhill del Nara che andrà a chiudere la stagione 2011; alla sera seguirà una festa con musica a Cancorì (vedi www.ticinofreeride.ch sotto calendario 2011). Vi ricordiamo che il ristorante La Pernice offre pure possibilità di alloggio tipo ostello-capanna alpina con 16 posti letto. È gradita la riservazione al 091 871 14 25, chiedete di Gisella.
Non mancate a questa eccezionale giornata!

IX° GIORNATA DI VOLONTARIATO: Come consuetudine, procederemo alla pulizia delle piste in preparazione della stagione invernale. Siete quindi invitati a partecipare alla giornata di volontariato con il seguente programma:
08.15   Ritrovo a Cancorì, formazione gruppi di lavoro
08.30   Partenza per i luoghi di lavoro
13.00   Pranzo offerto a tutti i partecipanti alla giornata presso il Ristorante la Pernice

Per questioni organizzative vi preghiamo di confermare la vostra presenza tramite E-mail a info@nara.ch oppure telefonando ai responsabili della giornata ai numeri 079-429-8133 oppure 079-233-7970. Vi aspettiamo numerosi.

Sportivi saluti
ticinofreeride staff
Staff Amici del Nara

lunedì 19 settembre 2011

Lugano Pro Futsal sconfitto in amichevole


Nell’emozionante contesto del Memorial Beppe Vassena e sul parquet da favola del rinnovato Palarogeno, il Lugano Pro Futsal incassa una sconfitta contro il forte A.S.D. Lecco Calcio A5.


Alla fine del primo tempo, abbastanza equilibrato, il risultato è sul 4-2. Nella seconda frazione di gioco i lecchesi, già in forma campionato, prendono il sopravvento e chiudono l’incontro con il risultato di 7-2.

Le reti dei luganesi sono state messe a segno da Hygor Rodrigues e Mohorovic.

Coppa Svizzera: Losone-Lucerna 0-3




















E' stato giusto crederci, ma è altrettanto corretto ammettere che alla fine il risultato rispecchia il reale valore delle due squadre in campo.
L'entusiasmo infatti nel calcio aiuta, ma non può bastare nell'arco di 90'.
Nel calcio moderno infatti, la preparazione fisica, l'abilità tecnica e tattica e le qualità mentali superano di gran lunga tutto il resto.
I risultati di Coppa Svizzera lo dimostrano con chiarezza.
Praticamente nessuna sorpresa. Questo perché l'errore in fase di impostazione, l'indecisione davanti alla porta o i chili di troppo di qualche giocatore dal passato glorioso (vedi Frigomosca, autore comunque di una prova discreta) nell'arco di un match si pagano.
E questo è quanto successo ieri a Losone, dove il pubblico ha comunque potuto assistere ad una gara entusiasmante e disciplinata (almeno fino alla prima rete subita) dei padroni di casa.
Un incontro di prestigio che rimarrà comunque negli annali del club e che contribuirà, almeno in parte, a pareggiare i costi di gestione di una stagione di II Elite. E' infatti vero che l'incasso di ieri supera di gran lunga la media stagionale, ma bisogna anche ammettere che i costi di preparazione di un turno casalingo di Coppa Svizzera sono decisamente elevati.
Un applauso comunque alla squadra locarnese che ha dimostrato di avere carattere e motivazioni sufficienti per poter emergere dalla massa anche quest'anno.

II Lega: il Punto



















Cinque giornate e il campionato appare già in tutta la sua chiarezza.
In testa Taverne e Malcantone, indubbiamente le due squadre più attrezzate della categoria. Gli altri devono già inseguire.
L’unica vera alternativa potrebbe essere il Giubiasco.
Il Vallemaggia, una volta persa la carica iniziale, strascico della trionfale passata stagione, si collocherà in una posizione di centro classifica.
Il Castello, come sempre, nel lungo periodo dimostrerà tutta la sua incostanza.
L’Ascona stenta a decollare.
Il Riverà è la vera delusione di stagione.
Brevi giudizi, ovviamente come sempre pronti per essere smentiti già dalla prossima giornata…





sabato 17 settembre 2011

venerdì 16 settembre 2011

Il Lugano Pro Futsal contro l’A.S.D. Lecco Calcio A5 per il Memorial Giuseppe Vassena


Domenica 18 settembre alle 15:00 presso il Palarogeno di Rogeno, il Lugano Pro Futsal incontrerà in amichevole l’A.S.D. Lecco Calcio A5 nell’ambito del Memorial Giuseppe Vassena, dirigente lecchese scomparso lo scorso anno.

Dopo una sola settimana di preparazione, prima amichevole di prestigio contro la forte formazione di serie B italiana, che lotterà anche quest’anno per le prime posizioni.

Nell'immagine la foto di gruppo scattata al termine dell’ultima amichevole giocata tra le due squadre, lo scorso dicembre.

giovedì 15 settembre 2011

Arbitri ticinesi in Europa
















(Sascha Kever)

Quest'oggi si disputa l'esordio per la nuova Europa League e anche le "nostre" giacchette nere faranno la loro prima partita in questo torneo.
Per il Ticino ci saranno l'arbitro Sascha Kever nel match: Wisla Krakovia vs Odense.

Sarà coadiuvato da un assistente ticinese, Devis Dettamanti, l'altro assistente è Matthias Arnet (già assistente di Busacca ai tempi).
Facciamo gli auguri a questi nostri connazionali nel loro esordio stagionale in Europa!!

Un saluto

Luca

Stasera il meeting di Bellinzona



L’atletica internazionale illumina i Castelli di Bellinzona


Torna questa sera a Bellinzona, la capitale del cantone Ticino, il meeting internazionale di atletica leggera. Pusterla e Lundmark le beniamine di casa.


Il meeting internazionale di atletica leggera di Bellinzona è rinato. Dalle ceneri del meeting internazionaledei castelli, che per anni ha attirato al Comunale di Bellinzona il meglio dell’atletica internazionale, risorgequest’anno un avvenimento di grande caratura. Le piste di gara saranno quelle del capoluogo ticinese che, situato all’ombra degli storici castelli di Bellinzona, ospiteranno una riunione atletica di indubbio valore. Sind’ora protagoniste e certe di essere in pedana sono le due beniamine di casa, ossia Irene Pusterla della Vigor Ligornetto e Beatrice Lundmark della locale Gab Bellinzona.
La Pusterla è la detentrice del record svizzero del salto in lungo, misura che ha migliorato a più riprese,portandolo recentemente (il 23 giugno a Chiasso) a una misura di livello mondiale, 6.81 metri. Beatrice è invece reduce da un ottimo Campionato europeo, quello di Barcellona del 2011 dove, stabilendo il proprio limite personale di 1.92 metri, si piazzò al prestigioso decimo rango.
Queste due gare, l’alto e il lungo femminile, saranno ad invito e prevedono un cast di alto valore perstimolare ulteriormente le due ticinesi. Il programma della serata propone poi altre prove di corsa, dove cisi può iscrivere sin d’ora. Per prendervi parte, come in ogni meeting internazionale di livello, sono richiestidei limiti di partecipazione che garantiranno pertanto lo spettacolo in pista (vedi tabella). La serata comincerà alle 19.00 con la prova sui 600 metri dedicata ai ragazzi U16, seguite dalleeliminatorie sui 100 metri, gli 800 metri femminili, i 1'500 maschili, i 100 e 110 ostacoli e i 400 metri checoncluderanno la serata alle 21.20 dopo la finale sui 100 metri.
Il meeting propone inoltre degli allettanti premi in denaro che,escluse le discipline giovanili, sono stati fissati nel modo seguente:


1°=Fr. 700.00, 2°=Fr. 500.00, 3°=Fr.300.00.


Per gli atleti una grande opportunità per mettersi in luce, per migliorarsi e per trovare un’agguerritaconcorrenza. Per i sostenitori e gli amanti dell’atletica leggera, l’occasione per gustare dal vivo delle gare dialto/altissimo livello. L’entrata agli spalti sarà libera e gratuita, mentre per la tribuna è previsto un bigliettoal costo franchi 25 in prevendita sin d’ora (info@gab-bellinzona.ch). Per gustarsi a fine meeting un riccobuffet all’albergo Unione con la presenza di atleti, sponsor e organizzatori, è pure previsto il biglietto VIP a 75 franchi.


Ulteriori informazioni e programma dettagliato sul sito www.gab-bellinzona.ch.


Limiti di partecipazione


UOMINI DONNE


100 m 10”90 12”00


400 m 49”00 55”00


800 m 2’10”00


1500 m 3’52”00


110 m H 14”20


100 m H - 13”90


Limiti conseguiti nel 2011


I concorsi Alto e Lungo sono ad invito.

Diari Randagi: corsa e alimentazione


sto provando varie combinazioni per ottenere il massimo rendimento su una distanza di 10 km, e posterò in questa sede le mie impressioni sui diversi abbinamenti alimentari. Cominciamo con quanto fatto ieri: corsetta leggera, i soliti 10 km sul lago di Origlio, preceduta, circa un'ora prima, dal seguente pasto:
Risultati dopo 10 km di corsa:
  • tempo della prestazione: 1 ora e 12 minuti
  • pulsazioni da arresto cardiaco imminente
  • un pugnale rovente conficcato nel fegato e un'altro nella milza, quest'ultimo infilato per via rettale
  • fiato e salivazione inesistenti
  • visione periferica tendente al rosso acceso
  • deliri a sfondo mistico-religioso fantozziani, con tanto di annunciazione da parte dell'Arcangelo Gabriele
Conclusioni:
  • correre dopo mangiato non fa bene
  • il cioccolato aumenta il metabolismo
  • la Falanghina è più buona a una temperatura inferiore agli 8 gradi centigradi
  • L'Arcangelo Gabriele non è biondo e ha una voce nasale fastidiosissima
Alla prossima per altri esperimenti!



mercoledì 14 settembre 2011

CONCORSO FOTOGRAFICO


Biker di tutto il Ticino attenzione!!

TICINOFREERIDE organizza assieme al 981 Bike Shop di Locarno, un concorso fotografico che dura tutta la stagione 2011. Questo per voi vuol dire, cercate subito un fotografo o la vostra macchina fotografica personale e saltate subito in sella alla vostra amata bicicletta!
I dettagli sul concorso li trovate qui di seguito. Non vediamo l'ora di ricevere i vostri scatti. Rock it!!

INFORMAZIONI CONCORSO:
Nome: MTB in Ticino
Durata: stagione 2011
A chi é rivolto: a tutti i biker ticinesi
Premiazione: 4 febbraio 2012
Media: ticinofreeride.ch
Categorie: Lifestyle & Action
 

Criteri- Lifestyle: Le foto che vengono inoltrate per questa categoria devono rappresentare almeno 1 utensile per la vostra bicicletta. Non possono essere foto dove si vede solo natura.

Criteri- Action: In questa categoria é compreso tutto quello che é in movimento, poco importa se siete in sella alla vostra bici da downhill oppure su quella da dirt, cross country, bmx, ecc.

Iscrizioni: Le iscrizioni si svolgono esclusivamente via internet sul sito www.ticinofreeride.ch.

Ulteriori info sulla nostra TICINOFREERIDE (official site) su Facebook

Gianetti Day: la cartina






















Percorso classico km 55

Tenero (Centro sportivo nazionale) - Gordola - Riazzino - Gerra Piano - Cugnasco - Gudo - Sementina - Mte.Carasso - Carasso - Gorduno - Arbedo - Claro - Gnosca - Gorduno - Carasso - Mte.Carasso - Sementina - Gudo - Cugnasco - Gerra Piano - Riazzino - Gordola - Tenero (Centro sportivo nazionale)

Percorso mediofondo km 107

Tenero - Gordola - Riazzino - Gerra-Piano - Cugnasco - Gudo - Sementina - Mte. Carasso - Carasso - Gorduno - Arbedo - Lumino - S.Vittore - Roveredo - Grono - Soazza - Lostallo - Verdabbio - Grono - Roveredo - S.Vittore - Lumino - Arbedo - Claro - Gnosca - Gorduno - Carasso - Mte.Carasso - Sementina - Gudo - Cugnasco - Gerra-Piano - Riazzino - Gordola - Tenero

Lo sport femminile e la maternità


Per secoli, come abbiamo visto, la maternità - o in termini socio-scientifici - la “funzione riproduttiva” ha costituito forse il più grande ostacolo alla pratica sportiva femminile. Soltanto in tempi relativamente recenti si è scoperto che questo concetto non solo non è assolutamente vero, ma - al contrario - diversi fattori depongono a favore di una nuova teoria, secondo la quale la funzione riproduttiva può addirittura essere un vantaggio per la donna nello sport. Sono molte ormai le atlete che hanno raggiunto livelli di assoluto prestigio internazionale dopo una gravidanza: la schermitrice italiana Valentina Vezzali è divenuta campionessa mondiale nel 2005 a quattro mesi dal parto. Ma ci sono esempi anche più storici, come l’atleta olandese Fanny Blankers-Koen che vinse quattro medaglie d’oro a Londra 1948 pur essendo madre di quattro figli in tenera età e la ginnasta sovietica Larissa Semenovna Latynina che vinse quattro medaglie d’oro (tre individuali e una a squadre) pur essendo incinta di tre mesi e mezzo.

Dario Cologna ospite del Panathlon Club Lugano


















Dario Cologna, grande atleta grigionese che negli ultimi anni ha saputo regalare agli sportivi elvetici molte emozioni nelle gare di sci di fondo sarà ospite del convivio del Panathlon Club Lugano, aperto per l’occasione anche al pubblico, che si terrà giovedì, 29 settembre 2011, inizio ore 18.30, al Palazzo dei Congressi di Lugano (sala C, 1° piano).
L’atleta grigionese, pungolato dalle domande del giornalista RSI, Giancarlo Dionisio. racconterà di sé stesso e delle sue esperienze competitive. Dario Cologna sarà presente dalle 17 alle 18 nella hall del Casinò di Lugano per la firma degli autografi.

martedì 13 settembre 2011

Arbitraggio in Ticino



Cari amici, calciatori, o semplici appasionati,
sono un arbitro di calcio ticinese e dirigo incontri della FTC (Federazione Ticinese di Calcio) nella categoria 3° Lega. Questo sport, nonchè hobby, è una cosa che mi appassiona da quasi 4 anni.

È un passatempo che ho intrapreso a 15 anni e adesso mi da parecchie soddisfazioni, girando il Ticino e la Svizzera; da solo o in terna.
La Federazione organizza diversi corsi per diventare un arbitro di calcio ufficiale, si comincia con i bambini (D9) e si può arrivare ad ambire ad arrivare più in alto possibile, sia la serie A (ormai chiamata Super League) sia solamente in Seconda Lega.

Chi avesse domande, volesse diventare arbitro, informazioni sono a disposizione sempre.

Nella speranza di vedere nuove leve arbitrali, vi saluto!!

Luca

Gianetti Day: il programma



Sabato 1. ottobre 2011

Centro sportivo nazionale di Tenero

09.00 - 17.00 Iscrizioni, ritiro numeri e vendita abbigliamento ufficiale
10.00 - 13.00 Iscrizioni Mini Gianetti Day bambini scuola elementare e ragazzi scuola media
12.00 Possibilità di pranzare
13.00 Prime partenze Mini Gianetti Day bambini scuola elementare e ragazzi scuola media
13.00 - 14.00 Iscrizioni Mini Gianetti Day bambini scuola dell'infanzia
13.00 - 17.00 Animazione
14.00 Prime partenze Mini Gianetti Day bambini scuola dell'infanzia
16.30 Merenda offerta ai partecipanti alla Mini Gianetti Day


Domenica 2 ottobre 2011

Centro sportivo nazionale di Tenero

07.30 - 09.00 Ultime iscrizioni, ritiro ultimi numeri
09.30 Partenza pedalata
10.00 Apertura buvette
10.00 - 17.00 Vendita vino Gianetti Day, Vendita abbigliamento ufficiale, Lotteria e animazione
10.45 Primi arrivi
12.00 Pasta party con musica dal vivo
14.00 Premiazioni

La sfida contro il tempo


Sabato 24 Settembre 2011, alcune decine di arditi mountain bikers si incontreranno sulla ormai nota "Black Wood Line" del Nara in una giornata carica di adrenalina. Per ogni biker presente ci sarà la possibilità di mettersi in gioco per marcare il suo tempo migliore, e chissà, magari il cronometro é dalla tua parte!
Ticinofreeride e il 981 Bike Shop di Locarno hanno sviluppato il proprio sistema di cronometraggio individualizzato per offrirvi ancora più diversità nelle località munite di un bike park. L'installazione é mobile e ogni corridore avrà l'opportunità di partecipare in completa libertà. 
Il raduno del Nara andrà a chiudere la stagione 2011 e la sera seguirà una festa con DJ a Cancorì.
Non mancate a questa eccezionale giornata!
Aiutateci a far passare la voce, grazie in anticipo.
Chi vorrà essere della partita troverà questa ed altre informazioni direttamente sul sito www.ticinofreeride.ch oppure scrivendo a: info@ticinofreeride.ch

Velo Club Lugano: news


Dal 2 settembre 2011 ha preso il via la seconda parte della stagione del Velo Club Lugano Scuola di ciclismo: grandi novità per tutti i ragazzi/e
In programma corsi gratuiti per ragazzi/e che vogliono avvicinarsi al mondo delle due ruote, allenamenti e gare di ciclismo su strada e MTB ed infine manifestazioni sportive.
La grande novità riguarda l’opportunità per i neofiti del ciclismo: da settembre 2011 la Scuola di ciclismo del Velo Club Lugano offrirà la possibilità a ragazzi e ragazze in età compresa tra 8 e 15 anni di avvicinarsi al ciclismo allenandosi in un circuito chiuso e lontano dal traffico motorizzato. L’obiettivo di tale iniziativa è di far conoscere ai giovani questo affascinante sport ed insegnare loro le tecniche di base della disciplina. Il corso è iniziato venerdì 2 settembre 2011 alle ore 18:00 presso le AIL di Muzzano e continuerà con frequenza settimanale fino a circa la metà del mese di ottobre. I ragazzi/e potranno partecipare sia con la bicicletta da corsa che con la MTB muniti di casco. Responsabile di questa iniziativa è l’ex professionista Patrick Calcagni che metterà a disposizione dei partecipanti la sua pluriennale esperienza nel mondo delle due ruote.
Altra novità interessante concerne i ragazzi/e in età compresa tra 10 e 15 anni; considerato il successo riscontrato nella prima parte della stagione, a partire dal 3 settembre 2011 sono riprese le uscite in MTB ogni sabato mattina a Tesserete fino a circa la metà di ottobre. Su e giù per il bosco con la propria MTB con esercizi, giochi e tanto divertimento!
Sulla pista di Cornaredo, inoltre, riprenderanno gli allenamenti per ragazzi/e di età compresa tra 8 e 15 anni. Le lezioni (gratuite) si terranno ogni lunedì sera a partire dal 5 settembre 2011 fino al 3 ottobre 2011 dalle ore 19:45 fino alle ore 21:00, unicamente con tempo asciutto.
La società incoraggia tutti i giovani interessati al ciclismo su strada di presentarsi a Cornaredo per una prova in pista. I ragazzi/e dovrebbero possedere una bicicletta (da corsa o MTB) conforme alle norme della circolazione stradale; qualora non ne avessero una il Velo Club Lugano metterà a disposizione gratuitamente una bicicletta da corsa affinché i ragazzi provino l‘ebbrezza di svolgere degli allenamenti con i giovani tesserati della società.
Il responsabile della commissione sportiva del Velo Club Lugano, Sig. Thomas Ziegler, è a disposizione per ogni informazione (tel. 079 459 65 20).
Per informazioni sulla società consultare il sito web
www.veloclublugano.ch
Sportivi saluti, Comitato Velo Club Lugano

Kessel Racing















Torna in pista nel prossimo fine settimana sulla pista portoghese di Algarve Circuit, l'International Open Gt per il suo sesto appuntamento stagionale, dopo le gare di Imola,  Magny Cours, Spa, Brands-Hatch e Red Bull Ring.. Il tracciato dell’ Algarve, uno dei più belli nel panorama automobilistico internazionale, vedrà in pista 4 vetture di Kessel Racing. Nella classe riservata alle GT2, Peter e Broniszewski saranno nuovamente in pista con la 458 Italia, mentre nella categoria riservata alle GTS, avremo i tradizionali equipaggi Bontempelli/Gattuso con la 458 GT3 leader di campionato nella classe GTS, mentre Mantovani/Caccia e Earle/Crespi, saranno della gara con due Ferrari F430 GT3 Scuderia. Il programma del fine settimana di Portimao prevede il venerdi due sessioni di prove libere dalle 10.55 alle 11.55 e dalle 14.25 alle 15.25. Sabato i due turni di prove ufficiali dalle 8.30 alle 09.05 e dalle 10.40 alle 11.05, mentre la prima gara scatterà alle 16.00 con durata 70 minuti. Domenica, giornata conclusiva, vedrà gara due al via alle ore 13.45 con bandiera a scacchi alle 14.35. Diretta televisiva sul circuito Eurosport e su Nuvolari Channel, visibile sia nel pacchetto di SKY, che nel digitale terrestre.

II Lega: Più o Meno



Più

VALLEMAGGIA
Punteggio pieno e attacco formidabile.
La coppia Staropoli-Agostino meriterebbe altre categorie.
Attenzione però perchè la vecchia, ma pur sempre valida regola della "coperta corta", ci ricorda che per vincere è necessaria una difesa solida:

SPUMEGGIANTE

SEMENTINA
Una rosa con nomi di rilievo e grande esperienza.
Alla lunga potrebbe fare la differenza:

EQUILIBRATO


Meno

BALERNA
Un inizio di campionato che non poteva essere peggiore e la dimostrazione pratica che tentare l'avventura in una categoria superiore senza essere necessariamente preparati, può arrecare più danni che portare benefici:

TIMOROSO

RIVERA
Un punto che muove la classifica, ma che non riesce a dare la giusta scossa alla squadra:

APPAGATO

venerdì 9 settembre 2011

Rimani aggiornato tramite e-mail