luglio 2011

Cerca nel blog

domenica 31 luglio 2011

Go and Run: gara podistica nel centro storico


La Società Sportiva Runner’s Club Bellinzona organizza la XIII edizione della gara podistica che attira nella capitale oltre 200 podisti provenienti da tutto il Cantone, da oltre Gottardo e dall’Italia.
Atleti di fama internazionale e amanti della corsa si sfideranno il prossimo 26 agosto sul percorso cittadino di 8.1 chilometri.
La partenza delle categorie principali è prevista per le ore 19.45 da Viale Stazione (alle 18.30 al via la gara per i bambini).
Maggiori info su: http://www.rcbellinzona.ch/

Il Bouldering


Che cos'è il bouldering?
Per bouldering (sassismo) si intende l'arrampicata su massi di modeste dimensioni (di altezza dai 2 ai 5-6m) praticata senza l'ausilio di corde, chiodi o altri mezzi di assicurazione utilizzando per la progressione unicamente le possibilità offerte dalla roccia.
Vista l'altezza contenuta dei passaggi, la sicurezza viene garantita unicamente da materassini disposti alla base e dalla “parata” dei compagni.
Lo scopo della pratica non é tanto quello di raggiungere la cima di masso ma piuttosto la riuscita su una particolare linea di salita in gergo chiamato “problema”.
L'altezza modesta dei passaggi permette quindi una ricerca della difficoltà fine a se stessa, senza i condizionamenti dati dallo stress e dalla paura di cadere ricorrenti nell'arrampicata tradizionale e nell'alpinismo.

Come é nato il bouldering?
Il boudering nasce quasi  inconsapevolmente già agli inizi del 1900 sui massi della foresta di Fontainbleau quale forma di allenamento e preparazione per le ascensioni in alta quota.

venerdì 29 luglio 2011

Pallanuoto: Lugano ancora sconfitto



Tre quarti di gara gettati al vento, un ultimo quarto da incorniciare. Un'equazione che però non può certamente portare a un risultato positivo. Accade questo nella matematica, purtroppo anche nella pallanuoto.
Il Lugano lascia gli onori della vittoria al Kreuzlingen, squadra che si è dimostrata certamente più equilibrata nell'arco della serie finale.
Peccato però che i luganesi non siano riusciti a trovare prima le energie per contrastare un avversario indubbiamente forte, ma non irresistibile.
Il palo di Marino a due secondi dal termine amplifica inoltre oltre misura un'amarezza che avrà bisogno di diverse settimane per essere smaltita.

giovedì 21 luglio 2011

Calciomercato ticinese


AC Bellinzona



Arrivi: René Borkovic (Zurigo U21), Gianluca D'Angelo (Sciaffusa), Norbert Frrokaj (Rapperswil), George Ivanishvili (Sciaffusa), Swen König (GC), Mirko Facchinetti (Locarno), Christophe Lambert (Lucerna), Antonio Marchesano (Locarno), Markus Neumayr (Thun), Alessandro Riedle (GC), Enzo Ruiz (GC), Lukas Schenkel (S. Gallo )

Cessioni: Mamadou Camara , Aimo Diana , Drissa Diarra , Mark Edusei, Frank Feltscher (GC), Matteo Gritti, Axel Konan, Iacopo La Rocca (GC), Ildefonso Lima, Mauro Lustrinelli (Thun), Hemza Mihoubi, Manuel Rivera (Chiasso), Ville Taulo, Jérôme Thiesson (Lucerna), Adewale Wahab, Carlo Zotti

FC Lugano:

Arrivi: Francesco Bega (Brescia), Massimo Bonanni (Pescara), Loïc Chatton (Sion), Luis Pimenta (Stade Nyonnais), Davide Possanzini (Brescia), Francesco Russo (Pergocrema), Kiliann Witschi (Karlsruhe via Chiasso).

mercoledì 13 luglio 2011

Busacca nuovo capo degli arbitri della FIFA


Un ticinese sul tetto del mondo degli arbitri.
Massimo Busacca, 42 anni, prende il posto lasciato vacante da Josè-Maria Aranda.
Dal 1 agosto sarà alla testa del dipartimento arbitraggio della FIFA.
Il massimo per chi desidera intraprendere la carriera dirigenziale in questo settore.
Dopo oltre 20 anni di carriera e ben 2 mondiali alle spalle, il fischietto di Monte Carasso appendo il fischietto al chiodo e comincia una nuova avventura.
In bocca al lupo!

Badminton: un po' di storia


Si presume che il gioco del volàno sia stato portato in Inghilterra da alcuni ufficiali inglesi dalla città di Poona, in India. Inizialmente, il gioco venne chiamato con il nome di tale città. Il nome Badminton deriva invece dall'omonima città inglese di Badminton dove è situato il castello residenza estiva del Duca di Beaufort nel Gloucestershire, nel quale furono codificate le prime regole di questo gioco.
Il badminton è diventato sport olimpico alle Olimpiadi di Barcellona nel 1992, dopo essere stato sport dimostrativo alle Olimpiadi di Seul nel 1988. Il gioco del volàno (badminton si chiama quando si gioca su un campo con le regole e le misure stabilite dalla Federazione Mondiale[senza fonte]) è stato ripreso anche in alcuni film, come la versione cartone animato di Robin Hood, nel quale Lady Cocca scambia alcuni passaggi con Lady Marian.
Il 2008 per il badminton italiano poteva essere un anno storico, dato che per la prima volta ha avuto una rappresentante, Agnese Allegrini, eliminata subito al primo turno alle Olimpiadi di Pechino. In precedenza, alle Olimpiadi di Barcellona nel 1992, si era già qualificata l'altoatesina Petra Schrott.

Pallanuoto: il Lugano è in finale!


Terza vittoria per il Lugano nella sfida di semifinale con l'Aegeri.
16-6 il risultato finale con reti di Lazzarini (4), Marino (3), Knijnenburg (3), Cassina (2), M. Galijas (1), P. Bortone (1), Taglialatela (1) e Pucar (1).
Per conquistare nuovamente il titolo il Lugano dovrà ora battere al vincente dell'altra semifinale che vede opposti l'Horgen e il Kruezlingen.


 

Ambrì Piotta: le amichevoli


L’Hockey Club Ambrì Piotta ha comunicato le amichevoli  che  verranno  disputate  nel  corso della  preparazione  estiva  della  stagione 2011/2012. 




12.08.2011 a Sursee alle 19.30 contro il Langenthal,
13.08.2011 a Leukerbad  alle 17.00 con il Lokomotiv Jaroslavl,
21.08.2011 a Biasca alle 18.45 con il Lada Togliatti 
27.08.2011 a Visp alle 18.00 contro il Visp 
30.08.2011 a Leukerbad alle 18.00  avversario il Ginevra
04.09.2011 a Bellinzona alle 17.00 contro il Karlovy Vary
06.09.2011 a Ambrì alle 20.15 contro il Rögle
 

N.B.
La  partita  del  6   settembre  contro  il  Rögle,  vedrà  i  BiancoBlu  tornare  sul  ghiaccio  della   Valascia per     un’amichevole; appuntamento  che non capitava da   diversi anni.In  occasione  di    questo   incontro saranno validi  gli   abbonamenti  stagionali    mentre  i  prezzi  per  i  singoli  biglietti  verranno   comunicati in seguito.

domenica 10 luglio 2011

giovedì 7 luglio 2011

martedì 5 luglio 2011

Beach Tennis: le regole


Il gioco si pratica su un campo di sabbia lungo 16 m e largo 8 m per il doppio, lungo 16 m e largo 4,5 m per il singolo. L'altezza dal suolo della rete divisoria è 1,70 m al centro.
La racchetta è lunga massimo 55 cm e il suo piatto è largo massimo 30 cm con uno spessore massimo di 3,5 cm,la sua superficie deve essere liscia anche se sono consentiti "fori" per alleggerire l'attrezzo. La palla è molto simile a quella da tennis ma leggermente depressurizzata.

I giocatori devono battere e ribattere la palla sempre al volo. La successione del punteggio di un gioco è: 15-30-40-vittoria senza i vantaggi; relativamente all'importanza e/o alla specialità una partita consiste di 7 o 9 giochi con tie-break oppure al meglio di 3 set ai 6 giochi sempre con tie break.
L'incontro è diretto da un arbitro coadiuvato da un guardalinee e un segnapunti. È pratica comune l'auto-arbitraggio ossia ogni squadra arbitra il suo campo anche in tornei di alto livello a esclusione delle finali. È consuetudine fra le squadre scambiarsi il cosiddetto cinque a ogni cambio campo.

Calcio Tennis: Regolamento


FORMULA DEL TORNEO
Il campo da gioco è lungo m 6 e largo m 6 con rete posta a cm 100 da terra.
La superficie di gioco può essere in terra battuta, erba, erba sintetica o cemento, purché sia una superficie regolare senza buche o avvallamenti.
I tornei si articolano in una prima fase di qualificazione, nella quale le squadre partecipanti verranno raggruppate in gironi all’italiana. Le vincenti di ciascun girone (e le migliori seconde, in base al numero di squadre iscritte) si qualificano per la fase ad eliminazione diretta. L’organizzazione si riserva il diritto di cambiare la formula di raggruppamento in base al numero delle squadre iscritte.

La composizione dei gironi avverrà mediante sorteggio effettuato con il criterio delle teste di serie in base al valore indicativo delle squadre.
Le partite si svolgono al meglio dei tre set da 21 punti secchi. Non esiste, quindi, il cambio palla, tutti i punti vengono assegnati con la regola del tie-break. Sull’eventuale 20-20 si procede fino al punto successivo del 21-20 a favore di una delle compagini. Non esiste l’oltranza dei due
punti di scarto.
L’inizio del torneo sarà preceduto da una riunione tecnica con i componenti le squadre.

REGOLAMENTO TECNICO
Non sono concessi tocchi di mano, tocchi prolungati o doppi tocchi, in coppia si possono fare non più di tre tocchi (come nel beach volley); la palla può fare un rimbalzo solo prima che la coppia che difende tocca la palla.
·         La palla e il campo viene assegnato tramite la monetina.
·         Ad ogni punto viene conquistata la battuta (come nella pallavolo)
·         Il tocco a muro vale come tocco numerico, quindi in caso di muro, la squadra che difende può fare due tocchi oltre al muro.
·         Toccata la palla una volta, questa non può più rimbalzare per terra.
·         Le battute si effettuano “a giro” (come nel beach volley). Si batte con palla in mano calciando al volo o di rimbalzo, non si può battere né di spalla né di testa né di ginocchio ma solo con il piede. Inoltre deve essere effettuata la battuta “corta”, ovvero dalla linea di metà campo (3 metri). La battuta deve essere effettuata diagonalmente (come nel tennis).
·         Non è ammesso ricevere una battuta al volo, la palla deve rimbalzare almeno una volta
·         Alle due estremità della rete devono essere posizionate due aste. La palla deve passare all'interno di queste due asticelle. Qualora la squadra che attacca facesse passare la palla “fuori banda”, il punto va alla squadra avversaria.
·         Le invasioni di campo sopra la rete non esistono, viene fischiato fallo di invasione in caso di tocco della rete o di invasione per gioco pericoloso.
·         Le invasioni per gioco pericoloso vengono fischiate solo contro chi difende; sono quelle invasioni atte a non lasciar tirare l’avversario nelle vicinanze della rete, generano spesso contrasti fisici o rendono impossibile il gesto tecnico di chi attacca; fischiare questi falli di invasione serve a
·         rendere più spettacolare il gioco e a preservare i giocatori da scontri pericolosi.
·         Ogni volta che vengono fischiate irregolarità per gioco pericoloso o invasioni, il punto va alla squadra avversaria.
·         In caso di azioni dubbiose, l’arbitro deve far ripetere l’azione.
·         L’arbitro viene aiutato nel suo compito da giudici di linea come nel tennis.
·         Il giudice di gara, può ammonire la squadra che ha comportamenti antisportivi, che bestemmia o che contesta il suo operato; nel calcio tennis non esistono ammonizioni al singolo giocatore ma solo sanzioni di squadra, dopo due ammonizioni rimediate durante una singola partita, la partita viene assegnata a tavolino alla squadra avversaria con il massimo punteggio per ogni set (2-0 set con punteggio 21-0 per ogni set).
·         Gli incontri saranno arbitrati da uno degli atleti della squadra vincente l’incontro precedentemente giocato. L’organizzazione si riserva il diritto di far arbitrare ad arbitri federali o ai componenti l’organizzazione più competenti in materia.
·         La battuta deve essere fatta in modo che la squadra avversaria possa giocare la palla.
·         Non si può fare muro o schiacciare sulla battuta avversaria.
·         L’alternanza durante una partita dei giocatori della stessa squadra può avvenire solo al termine di ogni singolo set, e mai durante lo svolgimento di uno di questi. Solo in caso di infortunio la squadra può chiedere ad uno dei responsabili dell’organizzazione di accettare la sostituzione. Sarà l’organizzazione a decidere in merito, e nel caso in cui convalidasse la sostituzione, il giocatore infortunato non può più rientrare fino al termine dell’intera gara. Se una squadra dovesse presentarsi ad un incontro con un solo giocatore potrà comunque giocare la gara in inferiorità numerica.
Passano il turno le prime di ogni girone e la miglior seconda.
La miglior seconda viene decretata in base a: nell'ordine:
  1. Set vinti
  2. Punti fatti
  3. Differenza punti
Nella fase successiva la miglior seconda si scontrerà con la miglior prima, anch'essa decretata con i criteri sopra indicati.

Rimani aggiornato tramite e-mail